La valutazione dello stato di salute della popolazione residente a Falconara Marittima (AN)

L’avvio del procedimento di riesame dell’autorizzazione integrata ambientale (AIA) della Raffineria API di Falconara Marittima ha fornito l’occasione per la sottoscrizione di un protocollo operativo tra enti/organismi amministrativi e tecnici all’interno del quale è stato convenuto il rilascio di un report di carattere epidemiologico ambientale aggiornato sulla base dei dati sanitari attualmente disponibili.

Continua a leggere La valutazione dello stato di salute della popolazione residente a Falconara Marittima (AN)

Polveri fini, uno studio dell’impatto sanitario sulla popolazione marchigiana

Le tecniche di Health Impact Assessment (HIA) permettono di effettuare valutazioni sugli impatti sanitari, sociali ed economici delle pressioni ambientali. Con il lavoro recentemente pubblicato da Arpa Marche, si sono valutati gli impatti sanitari in termini di ricoveri e decessi prematuri attribuibili ai livelli di particolato atmosferico (PM2,5) superiori agli obiettivi di qualità proposti dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in ogni comune della regione Marche.

Continua a leggere Polveri fini, uno studio dell’impatto sanitario sulla popolazione marchigiana

Epidemiologia ambientale: cosa dobbiamo imparare dal caso di Gela

gela

Il caso di Gela è emblematico di una situazione che accomuna diverse aree del nostro paese: dopo decenni di contaminazioni documentate, si sono interrotti i processi produttivi inquinanti ma non sono state attuate misure di bonifica definitive, come poco o niente è stato fatto sul piano della prevenzione primaria. La rivista Micron ne ha parlato con Fabrizio Bianchi, responsabile dell’Unità di epidemiologia ambientale dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr e membro del Comitato scientifico della stessa rivista. Vai all’intervista >

EVENTI – Environmental & Public Health Tracking (EPHT) e alcune sue applicazioni alla Conferenza annuale della International Society For Environmental Epidemiology (ISEE)

isee

Dal 31 agosto al 4 settembre si svolgerà a Roma la 8° Conferenza annuale della International Society for Environmental Epidemiology (ISEE). Il titolo della Conferenza sarà “Vecchi e nuovi rischi: le sfide per l’Epidemiologia Ambientale”.  In quella occasione si incontreranno ricercatori, accademici, ed operatori della salute per condividere risultati, esperienze e nuove idee nel campo dell’Epidemiologia ambientale (http://www.isee2016roma.org/)

A seguito delle precedenti Conferenze dell’ISEE a Columbia, Sud Carolina, USA, (2012) e a Basilea, Svizzera (2013), anche a Roma ci sarà l’opportunità di discutere alcune esperienze nel campo delll’EPHT anche e soprattutto per concordare nuove iniziative comuni. A tale scopo verrà organizzato dall’International Network on  Public Health & Environemental Health (INPHET) un evento satellite sulla base delle indicazioni definite a Modena nel maggio 2014.

L’incontro inizierà alle 9.00 e durerà fino alle ore 13.00 del 31 agosto, presso il Grand Hotel Ritz (Via Domenico Chelini, 41,00197 Roma ). Tale sede dell’incontro è molto vicino (10 minuti a piedi) dalla sede della Conferenza ISEE.

Il titolo dell’incontro sarà Environmental Public Health Tracking: Experiences and Tools to Support Public Health Research and Decision-Making.

Sempre  nella stessa sede nel pomeriggio ci saranno altri due i eventi satelliti che rappresentano delle importanti occasioni per confrontare esperienze ed idee su argomenti strettamente connessi al tema dell’EPHT

In questo incontro verranno affrontati problemi legati all’inquinamento atmosferico, il rumore la congestione e il traffico promuovendo un approccio integrato che miri all’impiego di soluzioni low-carbon.

Esiste una tendenza all’incremento del numero di disastri dovuti a cause naturali (ad es. cambiamenti climatici) e dovuti all’uomo (incidenti industriali,trasporti etc). Durante questo evento verranno presentati e discussi strumenti e proposte di indagine epidemiologiche prima, durate e dopo il disastro.

Una larga partecipazione a tutti e tre gli incontri consentirà l’occasione per definire proposte comuni di collaborazione a livello internazionale e locale. In tal senso sarebbe utile che sul tema ambiente e salute le agenzie ambientali avessero un ruolo attivo.

Poiché il numero di partecipanti sarà limitato, chi è interessato a partecipare a  questi incontri, è pregato di inviare una mail agli indirizzi indicati sul sito dell’ISEE o di mettersi in contatto con Paolo Lauriola per avere ulteriori informazioni.

 

EVENTI – Stand Ispra e Assoarpa alla Conferenza della International Society for Environmental Epidemiology (ISEE)

banner-EHP
La  Conferenza della International Society for Environmental  Epidemiology (ISEE), la società scientifica che raccoglie i ricercatori di tutti i paesi del mondo sui temi ambiente e salute, per la prima volta verrà ospitata in Italia, a Roma, nei giorni 1-4 settembre, presso l’Auditoriun Parco della musica, www.isee2016roma.org.

Continua a leggere EVENTI – Stand Ispra e Assoarpa alla Conferenza della International Society for Environmental Epidemiology (ISEE)

Conferenza della International Society for Environmental Epidemiology (ISEE)

banner-EHP

Ispra e Assoarpa saranno presenti con un proprio stand alla  conferenza della International Society for Environmental  Epidemiology (ISEE), la società scientifica che raccoglie i ricercatori di tutti i paesi del mondo sui temi ambiente e salute, che per la prima volta verrà ospitata in Italia, a Roma, nei giorni 1-4 settembre, presso l’Auditoriun Parco della musica, www.isee2016roma.org  Leggi il resto > Continua a leggere Conferenza della International Society for Environmental Epidemiology (ISEE)

A Roma il convegno ISEE 2016 per discutere di ambiente e salute

Si terrà a Roma presso l’Auditoriun Parco della musica, dal 1 al 4 settembre, il convegno ISEE 2016 “Old and New Risks: Challenges for Environmental Epidemiology”.
E’ la conferenza della International Society for Environmental  Epidemiology (ISEE), la società scientifica che raccoglie i ricercatori dei vari paesi sui temi ambiente e salute.
Si tratta di un evento particolarmente rilevante per la partecipazione di più di mille scienziati di tutto il mondo impegnati nella ricerca degli effetti sanitari della contaminazione  dell’aria, dell’acqua e del suolo. Il convegno prevede 17 simposi e 47 sessioni parallele per un totale di più di 300 interventi  orali e 1000 poster.
Si tratta di una panoramica mondiale delle nuove ricerche su inquinamento atmosferico, cambiamenti climatici, patologia ambientale del feto e del bambino, radiazioni, rifiuti, sostanze chimiche ecc. Un aggiornamento indispensabile per chi si occupa di ambiente e salute. Il convegno si concluderà il 4 settembre con 10 iniziative didattiche (Post-Conference Courses) su temi diversi. Link all’evento >

Gravidanza e inquinamento: uno studio sulla Regione Marche

arpa-emr

Uno studio del Servizio di Epidemiologia Ambientale di ARPA Marche si è proposto di descrivere la distribuzione e l’andamento temporale dell’evento sanitario ‘aborto spontaneo’ nei comuni della regione Marche e, più nello specifico, di effettuare valutazioni analitiche sul rapporto della sua incidenza con la qualità stimata dell’aria outdoor attraverso la concentrazione del particolato sottile (PM2,5). Leggi il resto >