Esplosione presso la centrale nucleare di Flamanville, Francia

Nella mattinata del 9 febbraio, alle ore 10:15 circa, presso la centrale nucleare francese di Flamanville, si è verificata un’esplosione, seguita da un incendio, all’interno della sala turbine dell’unità 1. Ispra, nell’ambito degli accordi bilaterali in essere per lo scambio rapido delle informazioni in caso di eventi a carico di installazioni nucleari, ha immediatamente preso contatti con l’Autorità francese per la sicurezza nucleare, l’ASN. Vai alla nota informativa Ispra >

Arpa Piemonte ha effettuato precauzionalmente azioni di monitoraggio per evidenziare eventuali scostamenti rispetto al fondo di radioattività. Tutti i dati rilevati evidenziano l’assenza di incrementi di radioattività rispetto al fondo e confermano le informazioni sopra riportate. Vai alla notizia con i risultati >

Analogamente anche Arpa Valle d’Aosta ha effettuato rilievi di intensità di dose gamma ambientale rilevati dalla rete di monitoraggio dell’ARPA senza riscontrare anomalie.

Riunite a Roma le Autorità UE per la sicurezza nucleare. Firmato accordo cooperazione fra Italia e Francia

wenra

La WENRA (Western European Nuclear Regulators Association) è l’associazione volontaria e indipendente costituita dai direttori responsabili delle Autorità di sicurezza nucleare degli Stati membri dell’Unione europea con impianti nucleari, compresa la Svizzera e l’Ucraina. Il 26 e 27 ottobre si è svolta a Roma l’assemblea plenaria dell’associazione, organizzata dall’Ispra, che ha visto anche la presenza di nove stati osservatori tra i quali il Giappone.

Continua a leggere Riunite a Roma le Autorità UE per la sicurezza nucleare. Firmato accordo cooperazione fra Italia e Francia

Dismissione della centrale nucleare di Caorso, partito il Tavolo della trasparenza

ER_Caorso

Il Tavolo della trasparenza per le attività di dismissione dell’impianto di Caorso coinvolge diversi enti e tra questi tre Ministeri, Prefettura e Provincia di Piacenza, Ispra e Arpae, Sogin spa, Comune e l’Unione dei Comuni bassa Val d’Arda, sindacati e associazioni ambientaliste. È possibile accelerare la dismissione, entro l’estate in Slovacchia i primi fusti di rifiuti.

Leggi il resto >