In Veneto, nel 2016, in media 50 superamenti del limite giornaliero

Un canale Telegram di Arpa Veneto mette a disposizione di tutti i dati del PM10 in tempo reale.  Il limite più difficile da rispettare è il valore giornaliero per il PM10 cioè 50 µg/m3 da non superare per più di 35 giorni l’anno.

Continua a leggere In Veneto, nel 2016, in media 50 superamenti del limite giornaliero

La comunicazione dei dati della qualità dell’aria

Uno degli aspetti rilevanti e di interesse generale relativo all’attività di monitoraggio della qualita’ dell’aria, svolta dalle agenzie ambientali, è costituto daalle modalità con cui i dati rilevati sono messi a disposizione del pubblico. A questo tema e’ stato dedicato il focus del numero n. 17 di AmbienteInforma. Vai al notiziario >

In Toscana è problematico l’ozono

Un quadro per il 2016 degli inquinanti che nel tempo hanno evidenziato criticità in alcune zone della Toscana: PM10, PM2,5, ossidi di azoto e ozono. Le linee guida della Regione per la redazione dei Piani di azione comunale. Per quanto riguarda il PM10, i valori medi registrati nel 2016 sono diminuiti per quasi tutte le stazioni rispetto al 2015.  Leggi il resto>

Qualità dell’aria, perché nel bacino padano la situazione è critica

Resta alto l’allarme per la qualità dell’aria nel bacino padano. Due le cause principali: le condizioni meteo e le polveri di origine secondaria. In Emilia-Romagna il 30 gennaio i valori delle polveri (PM10) si sono superati i limiti dei 50 µg/m3 in 37 stazioni su 42. Una situazione che perdura da oltre una settimana ed è molto simile a quella registrata nelle vicine Lombardia e Veneto. Il prossimo numero di AmbienteInforma sarà dedicato proprio al tema della qualità dell’aria nel nostro paese con i dati di tutto il 2016. Leggi il resto > 

Le concentrazioni di polveri sottili nell’area urbana di Napoli nelle ultime settimane

L’autunno è uno dei periodi dell’anno in cui, a Napoli, le concentrazioni di polveri sottili in atmosfera sono storicamente più elevate. Il 2016 è stato caratterizzato  da valori di concentrazioni di inquinanti non elevate fino alla metà di novembre, a causa delle condizioni meteoambientali di rimescolamento atmosferico con il passaggio di fronti perturbati. Invece nelle ultime settimane si è verificato un aumento delle concentrazioni di polveri sottili, dovuto alla concomitanza di vari fattori. Leggi il resto. 

Qualità dell´aria in Emilia-Romagna, prima domenica ecologica straordinaria il 18 dicembre

Anche in Emilia-Romagna permane una situazione che favorisce alti valori di PM10. Registrati valori sopra la norma per più di 7 giorni consecutivi nelle province di Piacenza, Modena, Rimini. Scattano le misure emergenziali previste dal Piano aria integrato regionale: prima domenica ecologica straordinaria il 18 dicembre.

Continua a leggere Qualità dell´aria in Emilia-Romagna, prima domenica ecologica straordinaria il 18 dicembre

Superamento prolungato dei limiti di PM10 a Milano in Lombardia

Vista da satellite Meteosat canale HRV – 10.12.2016 ore 12 UTC
Vista da satellite Meteosat canale HRV – 10.12.2016 ore 12 UTC

Le prime due settimane di dicembre sono state caratterizzate in Lombardia da prevalenti condizioni di alta pressione. A causa del posizionamento dell’anticiclone rispetto al nostro paese, le correnti a quote di media troposfera sono risultate spesso miti, asciutte e di provenienza nordoccidentale, motivo per il quale nei bassi strati e al riparo dalle Alpi la ventilazione è risultata spesso scarsa con elevati tassi di umidità, salvo sporadici episodi di Föhn su alta pianura oltre a vallate alpine e prealpine.

Continua a leggere Superamento prolungato dei limiti di PM10 a Milano in Lombardia

PM10: valore limite giornaliero per più di 35 giorni superato in 18 stazioni del Piemonte

Anche in Piemonte i livelli di inquinamento atmosferico sono critici. Il valore limite giornaliero per la protezione della salute umana del particolato PM10 è stato superato in 18 stazioni, circa il 35%. Le stazioni interessate sono in particolare quelle collocate nell’agglomerato torinese, le stazioni dei capoluoghi di provincia della zona centrale della regione e le stazioni di traffico. I capoluoghi di provincia con un numero di superamenti inferiore al valore limite sono Biella, Cuneo e Verbania. Leggi il resto

Qualità dell’aria critica in molte zone della Toscana

In molte aree della Toscana si sta registrando in questi giorni una situazione critica dal punto di vista della qualità dell’aria; l’indice di criticità per la qualità dell’aria (ICQA), cioè il contatore combinato tra il numero di giorni di superamento di PM10 rilevati e il numero di giorni con condizioni meteo favorevoli all’accumulo degli inquinanti, ha infatti raggiunto un valore tale da richiedere ai Comuni l’adozione di interventi contingibili e urgenti. Continua a leggere Qualità dell’aria critica in molte zone della Toscana

Situazione dell’aria in provincia di Bolzano

In Alto Adige la situazione PM10 non è drammatica come in altre città italiane. Dai rilevamenti giornalieri effettuati dalle stazioni di misura dislocate sul territorio altoatesino, risulta che nel periodo dal 01/12 al 12/12/2016 l’unica stazione di misura che ha segnato valori sopra la soglia giornaliera è stata Laces.

Continua a leggere Situazione dell’aria in provincia di Bolzano