Un libro bianco sull’inquinamento acustico sottomarino

Nel documento, proposto da numerosi enti di ricerca, organizzazioni ed associazioni, fra cui alcune Arpa, è affermata la necessità di un coinvolgimento del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa), nel monitoraggio del rumore antropico nei mari italiani.

Continua a leggere Un libro bianco sull’inquinamento acustico sottomarino

Aggiornato il portale dei dati ambientali dell’Emilia-Romagna

Nel portale “Dati ambientali Emilia-Romagna” sono disponibili gli aggiornamenti con i dati 2016 per Clima ed energia, Acque marino costiere, Rumore. Consultabili e scaricabili anche le elaborazioni grafiche (grafici e mappe) e le relative tabelle dati. Vai al portale > 

 

EVENTI – La revisione della normativa acustica, Torino 19 ottobre 2017

L’entrata in vigore del decreto legislativo 42/17 rappresenta una
fase importante nel percorso di armonizzazione della normativa
europea e nazionale in materia di inquinamento acustico e segna
l’avvio per una rivisitazione più generale della materia definendo nuovi parametri limite del rumore, stabilendo modalità di coordinamento tra mappature acustiche e relazioni sullo stato acustico e tra piani d’azione e piani di risanamento, rivedendo alcuni aspetti del sistema sanzionatorio e prevedendo la revisione di parte dei decreti attuativi della legge quadro 447/95. Continua >

L’impegno di Arpa Toscana nei progetti europei

Attualmente Arpa Toscana è impegnata in vari progetti europei, finanziati da diversi programmi comunitari, in particolare sulle tematiche dell’inquinamento acustico.

 

Continua a leggere L’impegno di Arpa Toscana nei progetti europei

Confrontare i modelli: il caso del rumore da aeroporti, ferrovie e strade

I modelli di previsione hanno bisogno di un confronto tra chi li sviluppa per verificarne correttezza e comparabilità. Il Sistema Snpa utilizza lo strumento del cosiddetto “interconfronto” tra laboratori per testare i modelli di simulazione del rumore. Continua a leggere Confrontare i modelli: il caso del rumore da aeroporti, ferrovie e strade

EVENTO – ll progetto europeo LIFE BrennerLEC a “Siamo Europa”

Sabato 13 maggio alle ore 16:00 in P.zza Fiera a Trento sarà possibile approfondire la tematica e assistere ad una presentazione degli obiettivi del progetto “BrennerLEC.

Il progetto interessa un’area sensibile come quella delle Alpi con l’obiettivo di creare un “corridoio a emissioni ridotte” (LEC – Lower Emissions Corridor) lungo l’asse autostradale del Brennero al fine di ottenere un chiaro beneficio ambientale nei settori della tutela dell’aria e della protezione del clima, nonché una riduzione dell’inquinamento acustico.

Impatto acustico nel COVA di Viggiano (Pz) e nei parchi eolici. Il caso Arpa Basilicata

La Basilicata non essendo interessata da veri e propri nodi infrastrutturali complessi rivolge le attenzioni attraverso l’ufficio Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico dell’Arpa Basilicata in termini di criticità e sensibilità acustica su zone industriali particolarmente impattanti come il Centro Olio Val d’Agri primo impianto in Europa per la lavorazione del greggio e peculiarità del Sud e sui parchi eolici . Continua a leggere Impatto acustico nel COVA di Viggiano (Pz) e nei parchi eolici. Il caso Arpa Basilicata

Cosa fa Arpae sul rumore e il caso movida

Come organo tecnico-specialistico, Arpae Emilia-Romagna sviluppa diverse attività in materia di inquinamento acustico: monitoraggio, vigilanza e controllo, espressione di pareri tecnici e, nell’ambito di determinate procedure, anche rilascio di autorizzazioni (AUA e AIA). Il caso movida notturna.

Continua a leggere Cosa fa Arpae sul rumore e il caso movida

Le attività fonometriche di Arpacal

Arpacal, nell’ambito normativo della legge quadro sull’inquinamento acustico n. 447/95 e della legge regionale della Calabria n. 34/2009, svolge una specifica attività a supporto delle Amministrazioni titolari in materia di inquinamento acustico del controllo sul territorio.

Continua a leggere Le attività fonometriche di Arpacal