Reato di omessa bonifica, finalmente regole adeguate

La tutela dell’ambiente è stata per lungo tempo affidata a leggi rivelatesi del tutto inadeguate a dissuadere e a prevenire i reati. La legge sugli ecoreati rappresenta un’evoluzione positiva. L’approfondimento dell’avvocato Roberto Tiberi sul reato di omessa bonifica dei siti contaminati, pubblicato in Ecoscienza 4/2016.

Continua a leggere Reato di omessa bonifica, finalmente regole adeguate

Le Agenzie ambientali e le interazioni con i Corpi di polizia

er_ispezioni_persone300x

A un anno dall’entrata in vigore della legge 68/15 è possibile esprimere le prime valutazioni. pur nella necessità di ulteriori interventi legislativi per superare le attuali incertezze applicative, l’attività è a pieno regime. L’applicazione in Emilia-Romagna può essere considerata in linea con le aspettative del legislatore. Il contributo di Franco Zinoni, direttore tecnico di Arpae Emilia-Romagna, su Ecoscienza 4/2016.

Continua a leggere Le Agenzie ambientali e le interazioni con i Corpi di polizia

Legge ecoreati, da Legambiente un primo bilancio e otto proposte

ciafani_legambiente200x

La legge 68/2015, che ha introdotto nel nostro codice penale il titolo VI-bis dedicato ai delitti ambientali, comincia a dare i suoi frutti. Nei primi 8 mesi di applicazione le nuove norme stanno dimostrando tutta la loro efficacia, come emerge dal rapporto di Legambiente Ecogiustizia è fatta. Un primo bilancio e alcune proposte nell’articolo di Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente, in Ecoscienza 4/2016.

Continua a leggere Legge ecoreati, da Legambiente un primo bilancio e otto proposte

Upg, territori e risorse: superare gli aspetti critici

er_bortone_300x

In Arpae Emilia-Romagna permane il ruolo degli Upg (ufficiali di polizia giudiziaria) e andrà rinforzato senza rinunciare alle competenze tecniche e alla conoscenza della specificità del territorio. A livello nazionale sarebbe opportuno superare la situazione a “macchia di leopardo”. Resta aperta la questione delle risorse. Il contributo di Giuseppe Bortone, direttore generale di Arpae Emilia-Romagna. 

Continua a leggere Upg, territori e risorse: superare gli aspetti critici

Tecum, un progetto europeo di polizia ambientale

tecum_ecoreati300x

Il contrasto alla criminalità organizzata transnazionale attiva nel settore ambientale è una priorità europea e nazionale. Il progetto europeo Tecum (Tackling Environmental Crimes through Standardised Methodologies) messo in campo da Italia, Spagna e Romania permetterà di migliorare le azioni di contrasto. L’articolo del maggiore Fabio Vaccaro, Arma Carabinieri per la tutela dell’ambiente, in Ecoscienza 4/2016.

Continua a leggere Tecum, un progetto europeo di polizia ambientale

Le Agenzie ambientali e gli UPG dopo la legge 132/2016

robotto-upg

Angelo Robotto, direttore generale di Arpa Piemonte, ha evidenziato come la legge 132/2016 ribadisce il ruolo delle Agenzie come organo di controllo, la cui specificità risiede nella capacità di coniugare tecnologia, profonda conoscenza tecnico scientifica dei temi ambientali e degli impianti a partire dal loro iter autorizzativo. La possibilità di individuare e nominare personale che operi con la qualifica di UPG integra, completandolo, un ruolo unico nel panorama nazionale. Vai alla presentazione >

Criticità nella gestione delle Agenzie alla luce delle nuove normative

camisasca

Michele Camisasca, direttore Generale di Arpa Lombardia, e vicepresidente di AssoArpa, ha coordinato la sessione della Summer school intitolata “Che cosa cambia nel Sistema delle Agenzie con la legge 132/2016” focalizzandosi sulle criticità nella gestione delle Agenzie alla luce delle nuove normative.

Continua a leggere Criticità nella gestione delle Agenzie alla luce delle nuove normative