Zanzara tigre, i consigli di Appa Bolzano per evitare la proliferazione

Zanzara tigre adulta, esemplare feminile (Foto: Laboratorio biologico dell'Agenzia provinciale per l'ambiente, Bucher 2013)Gli esperti del Laboratorio biologico dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano ormai da alcuni anni si occupano di monitorare lo sviluppo della popolazione di zanzare tigre.La zanzara tigre è un insetto aggressivo e pungente, proveniente originariamente dal sud-est dell’Asia. Negli ultimi decenni si è diffusa con successo in Italia, in Europa e in altri continenti. Può trasmettere virus e diventare perciò un problema per la salute pubblica. Per mantenere sotto controllo il diffondersi di questo fastidioso insetto sono necessarie misure preventive. Tra  queste principalmente l’eliminazione dell’acqua stagnante e, dove questo non sia possibile, l’utilizzo di larvicidi per limitare lo sviluppo delle larve.

Le larve della zanzara tigre si sviluppano nell’acqua (Foto: Laboratorio biologico dell’Appa Bolzano, Valorzi 2013)

Fondamentale è anche la collaborazione attiva dei cittadini. «Che si tratti di balconi, cortili o giardini, bisogna evitare assolutamente ogni piccolo ristagno d’acqua all’aperto», sottolinea la direttrice del Laboratorio biologico, Alberta Stenico. «Senza il fattivo aiuto della popolazione le misure di prevenzione dell’Amministrazione sul suolo pubblico sono inutili.»

Zanzara tigre: dove nasce, come prolifera, quali misure di prevenzione attuare


I consigli di Appa Bolzano. Una trasmissione della serie “Ambiente Vivo”
Produzione: Mediaart coop production, su incarico dell’Appa Bolzano (luglio 2016)

Ulteriori informazioni sul tema della zanzara tigre e sulla sua diffusione in Alto Adige sono disponibili sul sito web dell’Appa Bolzano:

Sul sito trovi anche i primi risultati del 2017 sul monitoraggio della zanzara tigre in Alto Adige.

Ovitrappola utilizzata per il monitoraggio della zanzara tigre (Foto: Laboratorio biologico dell’Appa Bolzano, 2017)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *