Ambiente marino, Arta e Centro Studi Cetacei insieme per la tutela

Arta Abruzzo e il Centro Studi Cetacei hanno sottoscritto una convenzione per collaborare nelle attività di studio e tutela dell’ambiente marino e dei mammiferi e rettili marini.

 

In particolare, a titolo gratuito, l’Arta accoglierà sulla Motonave “Ermione”, dotata di attrezzature per la ricerca, per il prelievo di acque e sedimenti marini e di un verricello per il sollevamento di pesi fino a 200 chili, il personale del Centro Studi Cetacei per il rilascio in mare di cetacei e tartarughe marine spiaggiati, feriti, malati o finiti accidentalmente nelle reti da pesca e curati presso il Centro di Recupero e Riabilitazione del CSC che opera in via di Sotto a Pescara.

Sul sito web dell’associazione sono pubblicate notizie e foto delle attività svolte, che gestisce anche GeoCetus, una banca dati georeferenziata degli spiaggiamenti di cetacei e tartarughe marine lungo le coste italiane.

Grazie alla collaborazione con il Centro Studi Cetacei, l’Arta potrà acquisire informazioni e dati utili per il monitoraggio e controllo dell’ambiente marino-costiero e per l’arricchimento del proprio patrimonio di conoscenze in materia di tutela degli ecosistemi marini.

Oltre alla produzione di pubblicazioni tecnico-scientifiche e all’organizzazione di corsi di formazione sulle tematiche di reciproco interesse, Arta e CSC intendono promuovere iniziative congiunte a livello regionale e nazionale per favorire la sensibilizzazione verso la conservazione dell’ambiente marino e della sua biodiversità.

La prima partecipazione pubblica comune è prevista in occasione della quinta edizione di Sottocosta, evento dedicato alla nautica da diporto, al turismo nautico e agli sport del mare, in programma al porto turistico di Pescara dal 28 aprile al primo maggio 2018.

Nella manifestazione, organizzata dalla Camera di Commercio e dal Marina di Pescara con l’ausilio di Assonautica provinciale, il personale Arta sarà presente presso lo stand del CSC per illustrare le proprie attività istituzionali e rispondere alle curiosità dei visitatori. Il 29 aprile la Motonave “Ermione” ospiterà a bordo il personale del CSC per il primo rilascio al largo di alcune tartarughe marine.

Nella foto in alto: il direttore generale di Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli (a destra) e il presidente del Centro Studi Cetacei di Pescara, Vincenzo Olivieri.

In basso: la Motonave “Ermione” di Arta Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.