Arpa Sardegna, il riepilogo annuale aerobiologico 2017

Il Riepilogo annuale aerobiologico riassume l’andamento delle concentrazioni dei pollini e delle spore fungine disperse in atmosfera, più interessanti dal punto di vista allergologico, sulla base del monitoraggio effettuato tramite due campionatori localizzati a Sassari.

I dati di monitoraggio provengono da due distinti campionatori: uno di proprietà dell’Arpa Sardegna (Dipartimento MeteoClimatico) e l’altro degli Istituti CNR-IBIMET e ISE, localizzati rispettivamente in periferia e nel centro della città di Sassari.

Le elaborazioni grafiche e tabellari riguardano alcuni importanti indicatori aerobiologici riconosciuti a livello internazionale come l’Indice Pollinico/di Sporulazione, la Stagione Pollinica/di Sporulazione e il numero di giorni ad “alta” concentrazione.

riepilogo_polline_2017

In termini generali, l’Indice Pollinico annuale e l’Indice Pollinico allergenico, calcolati come media delle due stazioni di monitoraggio di Sassari, hanno presentato per il 2017 valori sostanzialmente simili al dato medio del biennio 2015-2016, pari a 40.000 e 30.000 rispettivamente. Nello specifico, la stazione periferica dell’ARPAS ha mostrato valori, per entrambi gli indici, superiori rispetto a quella cittadina del CNR (+40%), in particolare per i pollini di Cupressaceae-Taxaceae e per quelli di Oleaceae. Tra i pollini allergenici il più diffuso è stato quello delle Cupressaceae-Taxaceae (circa il 40%) con IP pari a 16.912 per ARPAS e 8.846 per CNR, seguito dal polline di Oleaceae (circa 30%) con il genere Olea e dal polline di Urticaceae (circa 20%). Meno significative nel complesso le concentrazioni delle altre famiglie monitorate.

Per quanto riguarda la Stagione Pollinica, la durata delle pollinazioni è stata di due settimane superiore nella stazione urbana del CNR rispetto a quella dell’ARPAS. La fioritura delle famiglie più allergeniche è iniziata il 24 gennaio con le Corylaceae nella stazione del CNR e il 1° febbraio con le Cupressaceae-Taxaceae nella stazione ARPAS e si è conclusa a fine ottobre con le Compositae (24 e 19 ottobre rispettivamente). Il picco massimo di pollinazione giornaliera ha riguardato la famiglia delle Cupressaceae-Taxaceae, con 1.988 p/m3 registrati il 24 febbraio nella stazione ARPAS e 1.233 p/m3 il giorno 11 marzo nella stazione CNR.

L’Indice di Sporulazione annuale e Indice di Sporulazione di Alternaria, mediati per entrambe le stazioni, hanno presentato valori di 17.000 e 11.000 rispettivamente, con un calo di circa il 20% delle spore aerodisperse rispetto al biennio 2015-2016 e concentrazioni maggiori rilevate nella stazione ARPAS. Per quanto riguarda la distribuzione percentuale la spora maggiormente rappresentata nel 2017, come anche nel biennio precedente, è stata l’Alternaria con percentuali del 60% nella stazione ARPAS e del 70% in quella CNR. La Stagione di Sporulazione di Alternaria 2017 è iniziata, in entrambe le stazioni, il 6 giugno ma si è conclusa circa una settimana dopo nella stazione del CNR (27 ottobre) registrando, comunque, un Indice di Sporulazione inferiore (10.143 per CNR e 12.387 per ARPAS). Il picco massimo nella stazione ARPAS, pari a 185 p/m3, è stato registrato il 4 luglio, mentre nella stazione CNR è stato 282 p/m3 registrato il 14 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.