Ostreopsis ovata, disponibili i dati del monitoraggio 2018 sulle coste siciliane

Sono disponibili sul sito di Arpa Sicilia i dati e le tabelle del monitoraggio della concentrazione di Ostreopsis ovata. I campionamenti sono effettuati nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. Si tratta di sei campionamenti, concentrati nei mesi più caldi (due per i mesi di luglio e agosto, uno per i mesi di giugno e settembre). Trentuno nel 2017 e ventotto nel 2018, i punti di campionamento lungo la costa siciliana.

Nel 2017 il valore massimo raggiunto è stato 93.858 (cell/L) a Palermo nella zona di Vergine Maria, nella località di campionamento Tonnara Bordonaro.

Più bassi i valori riscontrati nel 2018. Il valore massimo raggiunto è stato 59.582, nei primi 15 giorni di agosto a Palermo nel lungomare di Barcarello.


Ostreopsis ovata è una microalga marina, una specie tipica dei climi caldi e tropicali, negli ultimi anni presente anche sulle coste italiane.

Con l’entrata in vigore, il 25 maggio 2010, del decreto 30 marzo 2010, attuativo del D.Lgs 116/2008, in Italia è diventato obbligatorio effettuare monitoraggi in aree a rischio di O. ovata e altre alghe potenzialmente tossiche.

Le Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale (ARPA) ricercano nei periodi estivi, fin prima che si stiano per verificare le condizioni critiche, la loro presenza e ne tengono sotto controllo il numero nell’acqua di mare e avvertono i comuni e le ASL di competenza quando il numero supera le 10.000 unità cellulari su litro (come da “Linee guida del Ministero della Salute” della Repubblica Italiana).

A cura di : Giuseppe Cuffari, Alice Scarcella – U.O.C. SG2 Formazione, Informazione, Comunicazione

mail: gcuffari@arpa.sicilia.it; ascarcella@arpa.sicilia.it

Per approfondimenti: Vincenzo Ruvolo – U.O.C. ST3 Area Mare

mail: vruvolo@arpa.sicilia.it

Da Arpa Sicilia il rapporto sullo stato chimico delle acque sotterranee 2011-2017

Presentati i risultati del monitoraggio e della valutazione dello stato
chimico delle acque sotterranee per il periodo 2011-2017 realizzato da Arpa
Sicilia. Su 82 corpi idrici monitorati il 54% è in stato chimico “buono” e il 46% “scarso”.

Continua a leggere Da Arpa Sicilia il rapporto sullo stato chimico delle acque sotterranee 2011-2017

Sicilia: reimpianto di Posidonia oceanica in aree degradate

Arpa Sicilia è capofila del progetto Miarem (Methodologies Innovantes ed Actions de Renforcement pur proteger l’ Environment Mediterraeen) in partnership con la Tunisia.

Continua a leggere Sicilia: reimpianto di Posidonia oceanica in aree degradate

Arpa Sicilia supporta la mobilità sostenibile

Arpa Sicilia a sostegno della visione della Comunità europea, in materia di sostenibilità, utilizzando l’informazione sui dati ambientali, sostiene e promuove l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto, incoraggiando gli spostamenti quotidiani a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici.

Continua a leggere Arpa Sicilia supporta la mobilità sostenibile

Sicilia, il sistema idrogeologico della piana di Castelvetrano-Campobello di Mazara

Con uno studio del sistema idrogeologico della Piana di Castelvetrano-Campobello di Mazara (Trapani) è stato possibile verificare che non sono soddisfatte le condizioni concernenti il buono stato chimico del corpo idrico sotterraneo, dal momento che i contaminanti trasferiti dal corpo idrico sotterraneo ai corpi idrici superficiali connessi determinano un impatto sul loro stato ecologico.

Continua a leggere Sicilia, il sistema idrogeologico della piana di Castelvetrano-Campobello di Mazara

Sicilia, approvato il Piano regionale di tutela della qualità dell’aria

Il 18 luglio la Giunta della Regione siciliana ha approvato il piano regionale di tutela della qualità dell’aria. Il terzo, nell’arco di sette mesi, insieme al piano di mitigazione dell’inquinamento acustico e il piano per le alluvioni.

Continua a leggere Sicilia, approvato il Piano regionale di tutela della qualità dell’aria

Sicilia, la relazione sulla qualità dell’aria nel 2017

Immagine di KAI LARS SCHERER [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)], via Wikimedia CommonsArpa Sicilia ha pubblicato la relazione annuale sullo stato della qualità dell’aria in Sicilia. Per l’anno 2017, la valutazione della qualità dell’aria mostra il mantenimento e, per alcuni parametri un lieve miglioramento, dello stato della qualità dell’aria. Permangono criticità per alcune zone/agglomerati per il superamento dei limiti fissati dal D. Lgs 155/2010 di ossidi di azoto e ozono.

Continua a leggere Sicilia, la relazione sulla qualità dell’aria nel 2017

Il controllo e la gestione dell’invecchiamento degli impianti Seveso

In un recente convegno, presentati casi studio tratti dall’esperienza operativa di Arpa Sicilia, riguardo il controllo e la gestione dell’invecchiamento degli impianti introdotto dalla direttiva Seveso III recepita in Italia con il Dlgs 105/2015.

Continua a leggere Il controllo e la gestione dell’invecchiamento degli impianti Seveso

Arpa Sicilia al SiciliAmbiente Documentay Film Festival (San Vito Lo Capo)

Cultura dell’ambiente e sviluppo delle comunità, questo il filo conduttore del SiciliAmbiente Documentary Film Festival, la X edizione della kermesse cinematografica tenutasi a San Vito Lo Capo dall’11 al 15 luglio, a cui anche quest’anno Arpa Sicilia ha confermato la sua presenza. I direttori generali di Ispra e di 6 Arpa hanno partecipato alla tavola rotonda “I cittadini protagonisti della tutela dell’ambiente”.

Continua a leggere Arpa Sicilia al SiciliAmbiente Documentay Film Festival (San Vito Lo Capo)

Georeferenziazione delle richieste in deroga a cura di Arpa Sicilia

Per valutare l’impatto del rumore prodotto dagli impianti di amplificazione durante le manifestazioni autorizzate in deroga dal Comune di Palermo nel corso del 2017, Arpa Sicilia ha georeferenziato le richieste pervenute al Comune. Un criterio puntuale per valutare l’esposizione della popolazione alle fonti di rumore durante manifestazioni ed eventi.

Continua a leggere Georeferenziazione delle richieste in deroga a cura di Arpa Sicilia

L’abbandono di rifiuti nel territorio della provincia di Caltanissetta

La pratica dell’abbandono dei rifiuti nel territorio della provincia di Caltanissetta è particolarmente diffusa. Il personale della Struttura territoriale Arpa Sicilia di Caltanissetta, nel corso dello svolgimento di attività di controllo e monitoraggio ambientali, rinviene spesso rifiuti abbandonati ai margini delle strade statali, provinciali e comunali.

Continua a leggere L’abbandono di rifiuti nel territorio della provincia di Caltanissetta

L’effetto della pesca a strascico sui fondali marini, i risultati del monitoraggio di Arpa Sicilia

Arpa Sicilia da alcuni anni ha avviato le attività per dare attuazione alle previsioni del Dlgs 190/2010 (Attuazione della direttiva 2008/56/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria nel campo della politica per l’ambiente marino), che comprende, all’art. 11, una serie di “Programmi di monitoraggio”.

Continua a leggere L’effetto della pesca a strascico sui fondali marini, i risultati del monitoraggio di Arpa Sicilia

Arpa Sicilia presenta i risultati del monitoraggio 2017 sulla qualità delle acque destinate alla vita dei molluschi, dati non positivi

Il monitoraggio previsto dal D.Lgs.152/06 realizzato da Arpa Sicilia per valutare la qualità delle acque destinate alla vita dei molluschi 2017 mostra dati non positivi. Continua a leggere Arpa Sicilia presenta i risultati del monitoraggio 2017 sulla qualità delle acque destinate alla vita dei molluschi, dati non positivi

Applicazione dell’indicatore Classe d’impatto potenziale (CIP) ai dati del monitoraggio dei pesticidi nelle acque

Arpa Sicilia ha messo a confronto gli esiti delle elaborazioni svolte per l’Italia, la Regione Sicilia, la Provincia di Ragusa e per altre regioni che da anni svolgono un monitoraggio strutturato adeguato ad evidenziare le criticità correlate all’uso dei pesticidi. L’applicazione della metodologia mostra per il comparto Acque un impatto medio-alto, con tenori per la Sicilia e la provincia di Ragusa inferiori rispetto al dato nazionale.

Continua a leggere Applicazione dell’indicatore Classe d’impatto potenziale (CIP) ai dati del monitoraggio dei pesticidi nelle acque

Arpa Sicilia, al via il Piano di monitoraggio ambientale 2018 dei Dinoflagellati bentonici lungo le coste

Arpa Sicilia avvierà, a partire dal prossimo 15 giugno, il Piano di monitoraggio ambientale 2018 dei Dinoflagellati bentonici lungo le coste siciliane, al fine di valutare le fioriture algali che negli ultimi anni hanno caratterizzato alcune località.

Continua a leggere Arpa Sicilia, al via il Piano di monitoraggio ambientale 2018 dei Dinoflagellati bentonici lungo le coste