Oltre 90 specie aliene individuate in quattro porti dell’Adriatico. A Bari Infoday sul progetto Balmas

pesce coniglio striato

Monitorare le acque di zavorra delle navi per limitare i rischi provenienti dalle specie aliene: è l’obiettivo del progetto europeo Balmas (Ballast Water Management System for Adriatic Sea Protection), che si conclude a settembre e sul quale Ispra ha promosso un momento d’incontro a Bari. Presentato il quaderno “Nuove specie in Adriatico: cosa fare, come riconoscerle”, un volume ricco di immagini e descrizioni delle specie ittiche aliene. Leggi tutto

 

Clima in Italia: nel 2015 nuovo record della temperatura media annuale

indicatori-clima

Con valori di poco superiori al 2014, lo scorso anno si è attestato come il più caldo in assoluto nella storia del Paese. A determinare il picco sono state soprattutto le temperature di luglio e degli ultimi due mesi dell’anno, segnati da un clima particolarmente mite e secco rispetto alle medie invernali. Nuovi record di temperatura si sono registrati nelle regioni settentrionali e sulle stazioni in quota dell’arco alpino. Diminuite pressoché ovunque le precipitazioni nel 2015. Unica eccezione la Sicilia, dove gli eventi estremi sono stati particolarmente violenti. In tutto il territorio nazionale la poca pioggia ha portato con sé periodi di siccità specialmente negli ultimi mesi dell’anno. L’undicesima edizione del rapporto Ispra “Gli indicatori del clima in Italia” fotografa l’andamento del clima in Italia nel 2015 e aggiorna le stime degli ultimi dieci anni. Leggi il resto

On line in open data tutti i numeri e i costi del consumo di suolo in Italia

Layout 1

Nonostante la crisi, l’Italia continua a perdere terreno ricoprendo ad una velocità più ridotta altri 250 km quadrati. Sono i dati del Rapporto Ispra-Snpa sul consumo di suolo in Italia, un lavoro che scatta un’istantanea sullo stato del territorio e tutte le conseguenze che la continua trasformazione del suolo comporta, anche dal punto di vista economico, a livello nazionale e regionale, provinciale e comunale, senza trascurare coste, suolo lungo laghi e fiumi e aree a pericolosità idraulica. Il rapporto presenta tutti i dati regione per regione. Il #SoilDay2016 è una giornata interamente dedicata al suolo, nella quale agli spazi di approfondimento scientifico, dibattiti e tavole rotonde si sono alternati spettacoli teatrali e musicali, laboratori didattici per bambini, degustazioni di prodotti della terra. Leggi il resto

Ispra a bordo della nave scuola Palinuro

civitavecchia3web
?

La storica goletta della Marina militare, varata nel 1934, è in questi mesi impegnata nella campagna di istruzione a favore degli allievi sottufficiali, alternando la navigazione a giornate di sosta presso i principali porti italiani. Nel corso di queste tappe è possibile per la cittadinanza locale salire a bordo dello storico trialberi.

In occasione di due soste presso il porto di  Civitavecchia e quello di Siracusa, Ispra ha presentato ai visitatori a bordo della nave il volume fotografico “I colori profondi del Mediterraneo” e le attività del Servizio Emergenze in mare. Leggi il resto  e anche 

Emissioni inquinanti, come si misurano? Ispra e Agenzie si confrontano su metodi e dati

confronto_emissioni2_small
?

Dopo la prima campagna di settembre-ottobre 2015, alla quale hanno preso parte 17 Agenzie regionali, i tecnici di Ispra, Arpa e Appa sono tornati a confrontarsi sulla qualità e affidabilità delle misure di emissioni industriali in atmosfera nel corso di una seconda campagna del cosiddetto “circuito di interconfronto”.

Solitamente le prove vengono fatte nei pressi di impianti industriali realmente operanti, questa volta sono state eseguite a Milano in una struttura, unica del genere in Italia, messa a disposizione dalla società RSE (controllata dal GSE), in grado di simulare emissioni da processi di combustione. I tecnici di Ispra e delle Agenzie hanno eseguito prove di misurazione della temperatura, umidità, velocità dei fumi e concentrazioni di ossigeno (O2), monossido di carbonio (CO), anidride carbonica (CO2), biossido di zolfo (SO2) e ossidi di azoto (NOx). Per il futuro si prevede l’organizzazione sistematica di confronti interlaboratorio per conseguire la massima omogeneità ed efficacia delle attività strumentali di controllo.

Presentato a Roma il “Rapporto rifiuti speciali 2016”

leadImage

Per quantità sono oltre quattro volte superiori a quelli urbani e una parte di essi è costituita da rifiuti pericolosi. I dati relativi ai cosiddetti “rifiuti speciali” – tutti quelli non urbani, prodotti da industrie e aziende – sono stati diffusi dall’Ispra nel rapporto annuale: nel 2014 sono stati prodotti circa 130,6 milioni di tonnellate di “speciali” a fronte di 30 milioni di tonnellate di rifiuti urbani. Si registra un consistente aumento nella produzione totale: + 5% tra 2013 e 2014 (oltre 6,1 milioni di tonnellate). La crescita è imputabile prevalentemente ai rifiuti speciali non pericolosi da operazioni di costruzione e demolizione e da quelli derivanti dal trattamento dei rifiuti e delle acque reflue. I rifiuti speciali pericolosi, invece, si mantengono sostanzialmente stabili (+0,3%). (+0,3%). Sono soprattutto le attività economiche legate alle costruzioni e demolizioni a produrre rifiuti speciali (39,7%). Italia si conferma tra le prime in UE per riciclo degli speciali (oltre 75%). Per quantità sono maggiori i rifiuti speciali importati (6,2 milioni di tonnellate) di quelli esportati (3,2 milioni di tonnellate): sono soprattutto materiali ferrosi che vengono trattati dalle industrie del Nord. Leggi il resto >

 

 

 

Formazione giornalisti: Ispra organizza un seminario a Roma su Snpa

Oltre cento giornalisti dell’Ordine del Lazio hanno preso parte all’evento formativo promosso dall’Ispra per fare il punto sulla comunicazione ambientale in Italia e sulle principali sfide che attendono il nuovo Sistema nazionale di protezione dell’ambiente (Snpa), approvato recentemente dalla Camera. Il seminario è stato l’occasione per ripercorrere l’evoluzione della comunicazione ambientale: dai primi passi degli anni Ottanta, alla complessità della comunicazione istituzionale e alle opportunità date oggi dal web all’informazione sull’ambiente in Italia.  Si è quindi parlato delle nuove prospettive aperte dalla legge che ha istituito l’Snpa: dalla fissazione di livelli minimi di tutela ambientale alla nascita di una rete nazionale di laboratori per le analisi, dalle attività ispettive all’uniformità del dato. Ispra ha quindi presentato tre focus specifici sul tema del consumo di suolo, delle emergenze in mare e sulla sfida climatica.

Arriva l’estate: attenti all’alga tossica

Cellula-di-Ostreopsis-ovata

Le estati degli ultimi dieci anni sono state spesso tormentate dalla presenza dell’alga tossica Ostreopsis ovata Fukuyo ormai stata segnalata nella maggior parte delle regioni costiere italiane, eccetto che in Emilia-Romagna, Molise e Veneto. Durante la fioritura si sono verificati, in alcuni casi, fenomeni di malori e intossicazione umana, come anche sofferenza o mortalità di organismi marini bentonici. Il complesso lavoro di sorveglianza, analisi e campionamento fatto dalle 14 Agenzie costiere del Sistema nel 2014, nonché le azioni di comunicazione in caso di emergenza, sono state raccolte in questo volume disponibile online dal sito dell’Ispra. Leggi il resto >

Nuovo allerta pesce palla maculato

pesce-palla-maculato_giugno

Un esemplare di circa 4 kg, il secondo nel mar Ionio, è stato pescato lo scorso 9 giugno a Montebello Jonico in provincia di Reggio Calabria, ad una profondità di circa 10 metri. L’allarme nelle acque calabresi era scattato per la prima volta nel mese di aprile con il ritrovamento di un pesce palla a Briatico in provincia di Vibo Valentia. Il Lagocephalus sceleratus è una specie altamente tossica al consumo, che in molti paesi del Mediterraneo ha causato gravi intossicazioni alimentari e alcuni decessi. Dallo scorso anno Ispra ha lanciato una campagna informativa indirizzata specialmente ai pescatori, affinché inviino segnalazioni nel caso di ritrovamenti. Leggi il resto >

Pubblicazioni Snpa: verso un report nazionale sui controlli ambientali AIA-Seveso

linee-guida

Superare le diverse modalità di rendicontazione delle attività di controllo sugli impianti soggetti ad AIA – Seveso: è questo l’obiettivo dello studio realizzato dal gruppo di lavoro interagenziale Ispra/Arpa/Appa, che pone le basi per redigere un futuro documento di Sistema, unico e omogeneo, che riassuma le attività svolte dagli enti di controllo nel 2015 e ne evidenzi i risultati raggiunti. Disponibile online sul sito di Ispra. Link alla pubblicazione >

Realacci: una legge attesa, che dà autorevolezza, dignità e onore al Sistema delle Agenzie ambientali in Italia

É uno dei maggiori esponenti dell’ambientalismo italiano. Tra i fondatori del Kyoto Club, è presidente onorario di Legambiente dopo aver guidato l’associazione per lunghi anni. Eletto alla Camera in diverse legislature, attualmente è Presidente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei deputati. Primo firmatario di molte leggi ambientali approvate dal Parlamento italiano negli ultimi quindici anni, è tra i promotori della legge che istituisce il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (Snpa) e disciplina l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Continua a leggere Realacci: una legge attesa, che dà autorevolezza, dignità e onore al Sistema delle Agenzie ambientali in Italia

De Rosa: Snpa, una legge fondamentale che dà gli strumenti contro gli ecoreati

Eletto del 2013 con il Movimento 5 Stelle, De Rosa è membro della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei deputati, di cui è stato vice presidente fino allo scorso anno. Nato a Milano, 36 anni, laureato in Scienze e tecnologie ambientali presso l’Università Bicocca, con il M5S ha seguito da vicino molte battaglie ambientali come le grandi opere infrastrutturali, l’Expo e le politiche di contrasto ai cambiamenti climatici. Oltre ad essere promotore della legge sul Sistema delle Agenzie, è anche primo firmatario del testo di riforma del sistema delle bonifiche ambientali e della proposta di legge sul consumo di suolo, dalla quale ha in seguito ritirato l’appoggio in polemica con la maggioranza. Continua a leggere De Rosa: Snpa, una legge fondamentale che dà gli strumenti contro gli ecoreati

Interconfronto nazionale sulle misure di campo elettromagnetico

lingotto.png

Si è svolto il 9 e 10 giugno l’interconfronto sulla misura ambientale di segnali elettromagnetici emessi da stazioni radio base per telefonia mobile con modulazione LTE, che rappresenta la quarta generazione della tecnologia per la telefonia mobile, organizzato da Ispra e Arpa Piemonte. Leggi il resto >

Nasce il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa): diecimila addetti su tutto il territorio nazionale

Dopo circa tre anni dall’inizio del suo iter parlamentare, con 354 voti a favore, nessun no e 15 astenuti, la Camera dei deputati ha oggi approvato in via definitiva la legge che istituisce il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa) e disciplina l’Ispra. Il Sistema assicurerà omogeneità e efficacia alle attività di controllo pubblico della qualità dell’ambiente del nostro paese, a supporto delle politiche di sostenibilità ambientale, qualificandosi come fonte ufficiale, omogenea ed autorevole per ciò che riguarda informazione, monitoraggio, analisi e valutazione ambientale, a garanzia della tutela non solo dell’ambiente ma anche di chi ci vive. Leggi il resto >