Azioni strategiche di protezione costiera per sviluppare una Crescita Blu sostenibile

A Ecomondo (Rimini) il 6 novembre Tavolo nazionale sull’erosione costiera, sulle linee guida per la difesa della costa dai fenomeni di erosione costiera e dagli effetti dei cambiamenti climatici.

La gestione e la protezione dei litorali, anche in relazione ai cambiamenti climatici in atto, è un tema strategico per un Paese come l’Italia con circa 7.500 km di coste, sia per la sicurezza dei territori interni, sia per la conservazione degli habitat ed ecosistemi costieri, sia per lo sviluppo economico e sociale legato principalmente al turismo costiero e marittimo e alla strategia europea della “Crescita Blu”.

Da alcuni anni il MATTM, in collaborazione con ISPRA, con le Regioni costiere italiane, le Autorità di Distretto, la Comunità Scientifica e della Ricerca, ha avviato una linea di lavoro (il Tavolo Nazionale sull’Erosione Costiera – TNEC) che tiene conto della Raccomandazione 2002/413/CE sulla Gestione Integrata delle Zone Costiere e del Protocollo GIZC per il Mediterraneo (Convenzione di Barcellona), per elaborare in modo condiviso una strategia complessiva per la protezione e gestione dei litorali italiani, bene comune.

Questa linea di lavoro sta portando anche verso la costituzione di un Osservatorio Nazionale sull’erosione costiera con il coinvolgimento di diversi enti nazionali e ministeri, insieme alle Regioni costiere già componenti del TNEC.

Questa Conferenza vuole da un lato presentare lo stato di avanzamento dei lavori sulle Linee Guida e sull’avvio dell’Osservatorio nazionale e dall’altro chiamare a raccolta esperienze, nuove idee, buone pratiche e strategie di protezione e gestione dei litorali, per poter perseguire con sempre maggiore efficacia gli obiettivi di sicurezza territoriale, di protezione dell’ambiente litoraneo e di sviluppo sostenibile socioeconomico delle coste italiane.

programma-rimini-1

 

Programma

Scheda di registazione al convegno


Per partecipare al convegno è necessario registrarsi, qualora non si fosse già provveduto, anche alla manifestazione Ecomondo 2018
(Modulo iscrizione Ecomondo)

 

Consultazione pubblica sulla Strategia marina

Si è aperta la Consultazione pubblica (si chiuderà il 17 novembre 2018 alle ore 12:00) sull’aggiornamento della valutazione ambientale e della definizione di Buono stato ambientale (GES) e Traguardi ambientali (Target) per ciascuno degli 11 Descrittori della Strategia marina, predisposto dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare con il supporto tecnico-scientifico dell’Ispra, nonché avvalendosi delle altre Amministrazioni sia centrali sia locali rappresentate nel Comitato tecnico di cui all’art.5 del D.Lgs. 190/2010.

Sono consultabili i documenti che riportano, per ciascuno degli 11 Descrittori della Strategia marina di seguito elencati, una sintesi di inquadramento, la proposta di aggiornamento della definizione di Buono stato ambientale (GES) e quella dei Traguardi ambientali (Target).

Descrittore 1 – Biodiversità

Descrittore 2 – Specie non indigene

Descrittore 3 – Pesca

Descrittore 4 – Reti trofiche

Descrittore 5 – Eutrofizzazione

Descrittore 6 – Integrità del fondo marino

Descrittore 7 – Condizioni idrografiche

Descrittore 8 – Contaminanti

Descrittore 9 – Contaminanti nei prodotti della pesca

Descrittore 10 – Rifiuti marini

Descrittore 11 – Rumore sottomarino

E’ auspicata una significativa partecipazione alla Consultazione da parte di tutti i soggetti portatori di interesse nell’attuazione della Direttiva 2008/56/CE sulla Strategia per l’Ambiente Marino e del D.lgs. 190/2010 che l’ha recepita, al fine di giungere ad un miglioramento condiviso delle politiche per la gestione e la salvaguardia dei nostri mari.

I commenti possono essere inviati al seguente indirizzo di posta elettronica sm.consultazione2018@isprambiente.it

La Consultazione Pubblica si chiuderà il giorno 17 novembre p.v. alle ore 12:00.

Per approfondimenti >

Il video della esercitazione Ramogepol 2018

Il servizio video sulla esercitazione “Ramogepol 2018”, a cui hanno partecipato Ispra ed Arpa Sardegna, in mare nelle Bocche di Bonifacio in prossimità dell’arcipelago della Maddalena, con la simulazione di emergenza causata da inquinamento accidentale, che purtroppo si è verificata a distanza di pochi giorni a nord della Corsica: le immagini della fuoriuscita di carburante dalle foto satellitari.

Continua a leggere Il video della esercitazione Ramogepol 2018

Dal 16 al 22 settembre è la settimana europea della mobilità sostenibile

Dal 16 al 22 settembre 2018. Il tema di quest’anno è la multimodalità, con lo slogan “Cambia e vai”. Il Ministero dell’Ambiente aderisce, coordina e supporta le iniziative e gli eventi organizzati da Comuni e associazioni.

Continua a leggere Dal 16 al 22 settembre è la settimana europea della mobilità sostenibile

Economia circolare, consultazione pubblica fino al 1° ottobre

Dal 30 luglio è avviata la consultazione pubblica sul documento “Economia circolare ed uso efficiente delle risorse. Indicatori per la misurazione dell’economia circolare” prodotto dal ministero dell’Ambiente (Mattm) e dal ministero dello Sviluppo economico (Mise); terminerà il 1° ottobre 2018. Su Ecoscienza 3/2018 il servizio dedicato al “pacchetto Ue” per promuovere l’economia circolare. 

Continua a leggere Economia circolare, consultazione pubblica fino al 1° ottobre

Online il nuovo portale delle valutazioni e delle autorizzazioni ambientali Vas-Via-Aia

E’ online sul sito del ministero dell’Ambiente la nuova versione del Portale delle Valutazioni ambientali Vas e Via che include le procedure di Autorizzazione integrata ambientale di competenza statale. Il nuovo Portale Vas-Via-Aia è il punto di accesso unico a tutte le procedure di valutazione e autorizzazione ambientale relative a piani, programmi, progetti e installazioni di competenza statale disciplinate dalla Parte seconda del Dlgs 152/2006. Vai al Portale >

Marchesi: grande soddisfazione per il positivo incontro con il ministro dell’Ambiente

Il presidente di Assoarpa e vicepresidente Snpa Luca Marchesi ha espresso oggi in un comunicato grande soddisfazione per il positivo incontro di ieri a Roma con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, nell’ambito del Consiglio Snpa.

Continua a leggere Marchesi: grande soddisfazione per il positivo incontro con il ministro dell’Ambiente

Intervista a Sergio Costa, ministro dell’Ambiente

Omogeneità nei controlli in Italia, varare i decreti attuativi della legge 132, dialogare e affiancare i cittadini con risposte chiare e trasparenti. Queste le priorità di lavoro con Snpa del ministro Costa.

Continua a leggere Intervista a Sergio Costa, ministro dell’Ambiente

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, al Consiglio nazionale Snpa

Il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa ha incontrato il 10 luglio, presso la sede dell’Ispra, il Sistema nazionale a rete per la protezione ambientale (Snpa); obiettivi, finalità, compiti istituzionali sono stati illustrati al ministro dal presidente dell’Ispra e del Snpa Stefano Laporta e dal vice presidente Snpa Luca Marchesi, alla presenza del direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti e di tutti i direttori delle Agenzie regionali e provinciali dell’ambiente.

Continua a leggere Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, al Consiglio nazionale Snpa

Plastic Free Challenge: l’iniziativa lanciata dal ministro dell’Ambiente

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha lanciato l’iniziativa “Plastic Free Challenge” e l’hashtag #iosonoambiente.

Continua a leggere Plastic Free Challenge: l’iniziativa lanciata dal ministro dell’Ambiente

Due nuove aree marine protette in Sardegna e Sicilia

Elaborato dall’Ispra il lavoro istruttorio che ha portato all’istituzione delle nuove aree protette di Capo Testa-Punta Falcone e Capo Milazzo. Sale a 29 il numero di quelle esistenti in Italia. Continua a leggere Due nuove aree marine protette in Sardegna e Sicilia

Bonifica amianto e risanamento, c’è ancora molto da fare

Gli effetti della presenza dell’amianto sul territorio italiano richiedono ancora interventi urgenti. E’ mancata la copertura economica del piano nazionale, tuttavia sono diverse le misure di finanziamento specifiche attuate. La nascita del tavolo di coordinamento interistituzionale ha segnato un punto di svolta.

Continua a leggere Bonifica amianto e risanamento, c’è ancora molto da fare

CReIAMO PA, il ruolo delle Regioni per l’attuazione dell’Agenda 2030 in Italia

Il 10 maggio a Napoli si terrà la conferenza “Il ruolo delle Regioni per l’attuazione dell’Agenda 2030 in Italia”, organizzata dal ministero dell’Ambiente nell’ambito del progetto CReIAMO PA. Continua>

Sostenibiliatà ambientale, protocollo d’intesa tra ministero dell’Ambiente e Regione Umbria

L’accordo dà avvio ad una collaborazione istituzionale fra Ministero e Regione per definire metodologie, strumenti e tecnologie innovative a supporto delle decisioni sulla base di standard tecnico-scientifici, già sperimentati dalla Regione, attraverso le attività dell’Arpa Umbria.

Continua a leggere Sostenibiliatà ambientale, protocollo d’intesa tra ministero dell’Ambiente e Regione Umbria

“Inquinamento diffuso”, gli orientamenti del Ministero

Il tema dell’inquinamento diffuso è di particolare interesse sotto il profilo tecnico e giuridico. Un tavolo tecnico istituito nell’ambito del ministero dell’Ambiente (Mattm) ha discusso e condiviso alcuni orientamenti con i soggetti coinvolti, tra cui il Sistema nazionale di protezione dell’ambiente (Snpa). 

Continua a leggere “Inquinamento diffuso”, gli orientamenti del Ministero