Gestione delle emissioni odorigene

Presso la Sala Conferenze di Ispra a Roma, in Via Vitaliano Brancati 48, il terrà il 23 novembre 2018 il Seminario “Gestione delle emissioni odorigene”.

Il seminario è promosso ed organizzato da LOD (Laboratorio di Olfattometria Dinamica) azienda del Gruppo Luci e Spin-Off dell’Università di Udine.

Nato nel 2003, LOD è un laboratorio specializzato nella misurazione degli odori originati da processi di qualsiasi tipo e natura. E’ inoltre l’unico laboratorio in Italia ad essere dotato sia di camera olfatto-metrica secondo la Norma UNI EN 13725:200, sia di camera rino-analitica secondo la NormaUNI 7133-3:2012.

L’evento intende promuovere un momento di confronto con gli operatori del SNPA ed altri soggetti interessati su possibili soluzioni a servizio dello sviluppo di politiche ambientali dedicate.

prog_convegno_odori

download

Per partecipare a questo evento è necessario registrarsi.

Rete monitoraggio qualità aria open source (video e presentazioni)

Due piccole regioni insieme per un grande progetto.

Il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria realizzato da Arpa Valle d’Aosta è stato implementato dalla Liguria, che lo ha reso Open source e fruibile a chiunque sia interessato alla tematica.

Un utilizzo condiviso in tutte le Arpa di un unico sistema open source ne permetterebbe un miglioramento continuo, con un notevole risparmio di risorse, rappresentando una concreta attuazione di quell’armonizzazione operativa che il Sistema delle Agenzie si è posta come obiettivo da raggiungere, oltre a facilitare la condivisione e comparazione dei dati.

Qui il video con il riassunto della presentazione effettuata a Ecomondo il 7 novembre:

i contributi video di Manuela Zublena – Arpa VdA

Monica Beggiato – Arpal

ed Enrica Bongio – Arpal

A seguire le presentazioni della mattinata del 7 novembre:

“Sistemi integrati di gestione dei dati delle reti di monitoraggio della qualità dell’aria: il progetto OpenAirVallée – SW Open Source conforme alle norme europea e nazionale”:

Snpa protagonista a Ecomondo

Al via a Rimini l’appuntamento annuale con la Fiera internazionale dedicata all’economia circolare nell’area euro-mediterranea. Snpa è presente a Ecomondo con uno stand e partecipa con i propri esperti a numerosi convegni.

Sono almeno 25 i panel nei quali i tecnici del Sistema Nazionale per la Protezione Ambientale portano il loro contributo su green e circular economy, sul riuso e valorizzazione dei rifiuti, bonifiche e riqualificazione delle aree contaminate.

Il video di Ispra TV  dell’inaugurazione di Ecomondo con il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa

Si segnala l’intervista realizzata da RiciclaTv al Direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti, che ha partecipato al dibattito sul tema delle bonifiche organizzato dalla holding green Unieco.

Nell’ambito del convegno organizzato a Ecomondo dal Consorzio Italiano Compostatori è stata premiata Rosanna Laraia dell’Ispra, responsabile del Centro nazionale Ciclo rifiuti, per l’impegno ventennale nel campo dei rifiuti.

Giovedì 8 novembre Ispra promuove il convegno “L’economia circolare e il nuovo pacchetto rifiuti UE: opportunità e criticità per il sistema italiano”. Nella stessa giornata dieci Agenzie regionali per ricevono un riconoscimento da parte di Legambiente per le buone pratiche messe in atto nel monitoraggio dell’ambiente urbano e inserite nell’ultimo rapporto dell’associazione Ecosistema Urbano 2018.

Venerdì 9 novembre Snpa promuove un convegno a Rimini per confrontarsi su alcuni temi strategici per lo sviluppo sostenibile del Paese.

Il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente si confronta su alcuni temi strategici per lo sviluppo sostenibile del Paese

Il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’mbiente (SNPA) ha definito le linee strategiche della programmazione 2018-2020 e ha avviato le attività del conseguente Piano triennale.

Nel contempo il Sistema ha pianificato una serie di eventi di presentazione e di confronto con i principali interlocutori e portatori di interesse, al fine di meglio indirizzare le scelte operative di medio e lungo termine su alcuni temi ritenuti strategici e per meglio definire il proprio ruolo nelle politiche ambientali del Paese.

L’evento che il Snpa organizza ad Ecomondo (Rimini il 9 novembre) si integra con tale finalità, con l’obiettivo di presentare alcuni dei temi di particolare interesse per il Sistema. Le prime due relazioni presenteranno due documenti già disponibili, la terza e quarta relazione intendono invece presentare lavori del sistema attualmente in corso, ancorché in avanzato stadio di definizione, per stimolare un dibattito ampio prima ancora che i documenti vengano formalmente emanati.

programma per web Evento Rimini

download

Altri eventi a cui il Sistema prende parte:

6 novembre

7 novembre

8 novembre

9 novembre

Acciaierie e Ambiente. Il monitoraggio degli impatti sulla qualità dell’aria

Nei giorni 29 e 30 ottobre si è tenuto ad Aosta il Convegno “Acciaierie e Ambiente – Il monitoraggio degli impatti sulla qualità dell’aria”, sono ora disponibili le presentazioni dei relatori.

Il convegno, che ha avuto un grande successo in termini di partecipazione e di qualità dei contributi presentati, era dedicato agli impatti degli stabilimenti di produzione di acciaio dalla fusione di rottame con forno elettrico. Si tratta di industrie potenzialmente molto inquinanti sia per la tipologia dei processi produttivi sia per la tipologia delle sostanze inquinanti che si possono sviluppare.

In Italia sono molti i casi di acciaierie nate all’inizio del secolo scorso in contesti poco urbanizzati; nel corso del secolo la città si è poi sviluppata intorno a queste industrie, anche grazie all’impulso economico dato proprio dall’attività industriale.

L’evoluzione della normativa ambientale e della sensibilità dei cittadini sui temi dell’inquinamento ambientale e della salute umana pongono il tema della compatibilità ambientale di queste industrie nel territorio urbano locale.

Il convegno è stato un’occasione di confronto tra le Agenzie Ambientali e le imprese ed è riuscito nell’intento di stimolare la promozione di iniziative di collaborazione per lo sviluppo di nuovi approcci e nuovi metodi in grado di rendere più agevole il percorso verso la compatibilità e la sostenibilità ambientale delle acciaierie nel territorio.

Nelle pagine seguenti è possibile visionare e scaricare i contributi presentati nel corso delle due giornate.

A Ecomondo Arpa Valle d’Aosta e Arpa Liguria sui sistemi integrati di monitoraggio della qualità dell’aria

Il 7 novembre Arpa Valle d’Aosta in collaborazione con Arpa Liguria interviene al convegno “Sistemi integrati di gestione dei dati delle reti di monitoraggio della qualità dell’aria: il progetto OpenAirVallée – SW Open Source conforme alle norme europea e nazionale” (Sezione “analisi chimiche e monitoraggi” padiglione D2).

Il giorno 7 novembre ARPA Valle d’Aosta in collaborazione con ARPA Liguria interviene al convegno Sistemi integrati di gestione dei dati delle reti di monitoraggio della qualità dell’aria: Il Progetto OpenAirVallée – SW Open Source conforme alle norme europea e nazionale (Sezione “analisi chimiche e monitoraggi” padiglione D2).

In tale occasione verrà presentato il sistema informatico di gestione di dati e informazioni relative ad una rete di Monitoraggio della qualità dell’aria, sviluppato da Arpa Valle d’Aosta e che, grazie ad una collaborazione attivata con Arpa Liguria, verrà predisposto in versione open – source.

Il sistema informatico in questione è strutturato in modo da gestire sulla propria piattaforma tutti i dati necessari per il popolamento del sistema INFOARIA di Ispra. La base dati e la formattazione dei differenti dataset rispetta le specifiche richieste dall’Agenzia Europea per l’Ambiente, assolvendo così in modo efficace agli obblighi previsti dall’IPR (Decision 2011/850/EU), superando la modalità di compilazione diretta del sistema ISPRA che richiede attualmente ancora un importante impegno del personale delle Agenzie.

Si tratta di una declinazione concreta dei principi di efficienza, efficacia, economicità invocati per il buon funzionamento di un Ente pubblico, nonché del concetto di riuso previsto dal Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione.

Un utilizzo condiviso in tutte le ARPA di un unico sistema open source permetterebbe un miglioramento continuo del sistema stesso con un notevole risparmio di risorse, rappresentando una concreta attuazione di quell’armonizzazione operativa che il Sistema delle Agenzie si è posta come obiettivo da raggiungere.

Il primo esempio è proprio quello di Arpa Liguria, che da poco ha ricevuto in gestione la rete di monitoraggio della qualità dell’aria della città metropolitana di Genova. Osservandosi intorno ha individuato nel prodotto dei “cugini” della Valle d’Aosta la miglior soluzione adottabile; con un investimento ben inferiore a quanto sarebbe costato pensare a qualsiasi altra soluzione, Arpal ha non solo personalizzato il prodotto, ma lo ha reso idoneo alla versione open-source, facendo in modo che tutte le migliorie future siano applicate anche ai prodotti di Liguria e Valle d’Aosta: a Rimini verranno illustrate anche queste implementazioni.

Altri eventi Snpa ad Ecomondo:

Azioni strategiche di protezione costiera per sviluppare una Crescita Blu sostenibile

A Ecomondo (Rimini) il 6 novembre Tavolo nazionale sull’erosione costiera, sulle linee guida per la difesa della costa dai fenomeni di erosione costiera e dagli effetti dei cambiamenti climatici.

La gestione e la protezione dei litorali, anche in relazione ai cambiamenti climatici in atto, è un tema strategico per un Paese come l’Italia con circa 7.500 km di coste, sia per la sicurezza dei territori interni, sia per la conservazione degli habitat ed ecosistemi costieri, sia per lo sviluppo economico e sociale legato principalmente al turismo costiero e marittimo e alla strategia europea della “Crescita Blu”.

Da alcuni anni il MATTM, in collaborazione con ISPRA, con le Regioni costiere italiane, le Autorità di Distretto, la Comunità Scientifica e della Ricerca, ha avviato una linea di lavoro (il Tavolo Nazionale sull’Erosione Costiera – TNEC) che tiene conto della Raccomandazione 2002/413/CE sulla Gestione Integrata delle Zone Costiere e del Protocollo GIZC per il Mediterraneo (Convenzione di Barcellona), per elaborare in modo condiviso una strategia complessiva per la protezione e gestione dei litorali italiani, bene comune.

Questa linea di lavoro sta portando anche verso la costituzione di un Osservatorio Nazionale sull’erosione costiera con il coinvolgimento di diversi enti nazionali e ministeri, insieme alle Regioni costiere già componenti del TNEC.

Questa Conferenza vuole da un lato presentare lo stato di avanzamento dei lavori sulle Linee Guida e sull’avvio dell’Osservatorio nazionale e dall’altro chiamare a raccolta esperienze, nuove idee, buone pratiche e strategie di protezione e gestione dei litorali, per poter perseguire con sempre maggiore efficacia gli obiettivi di sicurezza territoriale, di protezione dell’ambiente litoraneo e di sviluppo sostenibile socioeconomico delle coste italiane.

programma-rimini-1

 

Programma

Scheda di registazione al convegno


Per partecipare al convegno è necessario registrarsi, qualora non si fosse già provveduto, anche alla manifestazione Ecomondo 2018
(Modulo iscrizione Ecomondo)

 

La prevenzione ambientale passa anche dalla formazione

Arpa Piemonte sta investendo nel settore della formazione con l’attivazione di corsi per docenti e progetti di educazione ambientale dedicati alle scuole. Queste attività sono frutto della collaborazione di Arpa Piemonte con molte istituzioni del territorio (tra cui Regione Piemonte, Ufficio Scolastico Regionale, Università degli Studi del Piemonte Orientale, Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino) con lo scopo di intrecciare competenze differenti alla ricerca del migliore approccio interdisciplinare alla cultura della sostenibilità.

Tre sono stati gli appuntamenti che hanno visto Arpa Piemonte protagonista la scorsa settimana che si è conclusa con la partecipazione a Climathon, maratona mondiale di ventiquattro ore con il proposito di attivare i cittadini, sensibilizzandoli sui cambiamenti climatici, così da rendere le città più sostenibili. Tra il 26 e il 27 ottobre si è svolto l’evento gratuito dal titolo “The way we change” che fonde scienza e spettacolo sui temi legati ai cambiamenti climatici. Per la prima volta l’Italia è stata il “palcoscenico mondiale” del Climathon, l’hackathon di 24 ore promosso da EIT Climate-KIC.

CLIMATHON
Sabato 27 ottobre mattino nella location dell’Environment Park di Torino, il parco dedicato alle tecnologie per l’ambiente, durante la sessione plenaria School for the environment, Arpa Piemonte ha accompagnato sul palco circa ottanta bambini delle classi quinte della scuola “M. L. Zucca”, facente parte dell’Istituto Comprensivo Novi Ligure 3 (AL), che hanno cantato dal vivo brani tratti dal progetto Musica d’Ambiente.

I bambini hanno inoltre presentato l’inedita canzone “Dai gente, salviamo l’ambiente!”, da loro composta e donata ad Arpa Piemonte, come sigla del progetto educativo.

Per saperne di più: www.arpa.piemonte.it/news/arpapiemonte-a-climathon

MUSICA D’AMBIENTE
Martedì 23 ottobre, promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale, si è tenuto l’incontro di presentazione del corso di formazione gratuito, rivolto agli insegnanti di scuola primaria, la cui tematica è in linea con la priorità 4.2 – Didattica per competenze, innovazione metodologica di base del Piano nazionale formazione docenti (PNFD).
Per saperne di più:
Scheda del corso
Progetto Musica d’Ambiente
– www.arpa.piemonte.it/news/educazione-ambientale-formazione-docenti-e-nuove-prospettive

EDUCARE ALLA SOSTENIBILITÀ
Sempre martedì 23 Arpa Piemonte e Regione Piemonte (Settore Politiche dell’Istruzione), in collaborazione con il CeSeDi (Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino), hanno presentato un nuovo percorso formativo articolato su tre province e tre ordini di istruzione (primaria, secondaria di primo e di secondo grado). Sono previsti tre approfondimenti su:

  • Inquinamento dell’aria – per le scuole primarie e secondarie di primo grado di Asti e Torino;
  • Musica d’ambiente – per le scuole primarie di Cuneo;
  • Cambiamenti climatici – per le scuole secondarie di secondo grado di Torino.

Per saperne di più:
– Scheda del corso
www.arpa.piemonte.it/news/educazione-ambientale-formazione-docenti-e-nuove-prospettive

Consulta il catalogo dell’offerta educativa

EVENTI – “Acciaierie e ambiente” ad Aosta il 29 e 30 ottobre

Il 29 e 30 ottobre si terrà ad Aosta, presso la sala della Biblioteca regionale, il convegno “Acciaierie e ambiente. Il monitoraggio degli impatti sulla qualità dell’aria”. In occasione dell’evento, saranno presentati i risultati del Progetto acciaierie, condotto da Arpa VAlle d’Aosta, in collaborazione con Arpa Umbria e Arpa Veneto.

Continua a leggere EVENTI – “Acciaierie e ambiente” ad Aosta il 29 e 30 ottobre

A Genova seminario Inail sulla sicurezza nei laboratori Snpa

La valutazione del rischio chimico cui sono esposti gli operatori dei laboratori di Snpa, il Sistema nazionale di protezione ambientale, è stata al centro del seminario che si è svolto la settimana scorsa a Genova, presso la biblioteca Berio.

L’iniziativa, promossa da Arpal, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure, e da Inail Direzione regionale Liguria, in collaborazione con l’Ordine interprovinciale dei Chimici della Liguria, ha visto l’intervento di Ispra e delle Agenzie di Basilicata, Val d’Aosta e Lombardia, ed è servita per approfondire e illustrare i contenuti del “Manuale per la valutazione del rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni”.

Giunto alla terza revisione, il volume affronta e risolve – nell’ottica dell’aggiornamento periodico della documentazione prodotta dal Coordinamento dei Servizi Prevenzione e Protezione del Sistema delle Agenzie per l’Ambiente – alcune criticità delle versioni precedenti, evidenziate dalla lunga esperienza applicativa del metodo, quali la difficoltà di reperire i Threshold Limit Value (“valore limite di soglia” o TLV) e di valutare l’efficacia delle misure per minimizzare il rischio cancerogeno e mutageno.

A questo indirizzo è possibile consultare tutti gli interventi; di seguito il video-servizio della mattinata.

Scuola odori a Trieste

Il 15 e 16 ottobre si è svolta a Trieste la due giorni denominata “Scuola odori”, una proposta di Arpa FVG, finalizzata ad armonizzare le procedure relative alla valutazione delle molestie olfattive di origine ambientale e la loro quantificazione. Per questo motivo la scuola ha ottenuto il patrocinio di AssoArpa, l’associazione delle Agenzie per la tutela ambientale, della Regione e del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia. Sono qui disponibili tutti i materiali della scuola.

Continua a leggere Scuola odori a Trieste

EVENTI – Presentazione del Rapporto nazionale sul consumo di suolo

Disponibile il programma della presentazione, Martedì 17 luglio a Roma, presso la Sala della Regina nel Palazzo di Montecitorio, della nuova edizione del Rapporto sul consumo di suolo, a cura di Ispra e del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa), che restituisce una fotografia completa e aggiornata del territorio e una valutazione delle dinamiche di cambiamento della copertura del suolo e della crescita urbana, anche a livello locale, delle conseguenze sull’ambiente, sul paesaggio, sulle risorse naturali e sul sistema economico.

Registrazione >

Vai all’evento >

Napoli, città della mobilità sostenibile

L’obiettivo è collegare, entro il  2022, aeroporto, porto e stazione centrale con un’unica linea di metro. De Magistris: «in metropolitana avremo attese di 4 minuti, svolta per la sostenibilità».

Continua a leggere Napoli, città della mobilità sostenibile

Verso la nuova comunicazione ambientale

Il programma dell’evento organizzato a Firenze il 6 giugno da PA Social, in collaborazione con la Rete Comunicazione e informazione Snpa, nell’ambito del PA social day, che vedrà iniziative in 17 città italiane.

Continua a leggere Verso la nuova comunicazione ambientale

Carta della natura: l’Irpinia è il cuore verde della Campania

Il 25 maggio si presenta ad Avellino la Carta della natura elaborata da Ispra e Arpac. Focus sulla provincia: la natura in Irpinia è meno fragile che nel resto della regione. Continua a leggere Carta della natura: l’Irpinia è il cuore verde della Campania