5 i giorni di allerta arancione e 5 di allerta gialla per il maltempo in Piemonte

Dal 27 ottobre al 6 novembre l’ondata di maltempo che ha interessato molte regioni italiane ha colpito anche il Piemonte con piogge persistenti e molto forti e superamenti dei livelli di guardia di alcuni corsi d’acqua facendo scattare l’allerta per possibili esondazioni e attivazione di frane.

Continua a leggere 5 i giorni di allerta arancione e 5 di allerta gialla per il maltempo in Piemonte

La prevenzione ambientale passa anche dalla formazione

Arpa Piemonte sta investendo nel settore della formazione con l’attivazione di corsi per docenti e progetti di educazione ambientale dedicati alle scuole. Queste attività sono frutto della collaborazione di Arpa Piemonte con molte istituzioni del territorio (tra cui Regione Piemonte, Ufficio Scolastico Regionale, Università degli Studi del Piemonte Orientale, Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino) con lo scopo di intrecciare competenze differenti alla ricerca del migliore approccio interdisciplinare alla cultura della sostenibilità.

Tre sono stati gli appuntamenti che hanno visto Arpa Piemonte protagonista la scorsa settimana che si è conclusa con la partecipazione a Climathon, maratona mondiale di ventiquattro ore con il proposito di attivare i cittadini, sensibilizzandoli sui cambiamenti climatici, così da rendere le città più sostenibili. Tra il 26 e il 27 ottobre si è svolto l’evento gratuito dal titolo “The way we change” che fonde scienza e spettacolo sui temi legati ai cambiamenti climatici. Per la prima volta l’Italia è stata il “palcoscenico mondiale” del Climathon, l’hackathon di 24 ore promosso da EIT Climate-KIC.

CLIMATHON
Sabato 27 ottobre mattino nella location dell’Environment Park di Torino, il parco dedicato alle tecnologie per l’ambiente, durante la sessione plenaria School for the environment, Arpa Piemonte ha accompagnato sul palco circa ottanta bambini delle classi quinte della scuola “M. L. Zucca”, facente parte dell’Istituto Comprensivo Novi Ligure 3 (AL), che hanno cantato dal vivo brani tratti dal progetto Musica d’Ambiente.

I bambini hanno inoltre presentato l’inedita canzone “Dai gente, salviamo l’ambiente!”, da loro composta e donata ad Arpa Piemonte, come sigla del progetto educativo.

Per saperne di più: www.arpa.piemonte.it/news/arpapiemonte-a-climathon

MUSICA D’AMBIENTE
Martedì 23 ottobre, promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale, si è tenuto l’incontro di presentazione del corso di formazione gratuito, rivolto agli insegnanti di scuola primaria, la cui tematica è in linea con la priorità 4.2 – Didattica per competenze, innovazione metodologica di base del Piano nazionale formazione docenti (PNFD).
Per saperne di più:
Scheda del corso
Progetto Musica d’Ambiente
– www.arpa.piemonte.it/news/educazione-ambientale-formazione-docenti-e-nuove-prospettive

EDUCARE ALLA SOSTENIBILITÀ
Sempre martedì 23 Arpa Piemonte e Regione Piemonte (Settore Politiche dell’Istruzione), in collaborazione con il CeSeDi (Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino), hanno presentato un nuovo percorso formativo articolato su tre province e tre ordini di istruzione (primaria, secondaria di primo e di secondo grado). Sono previsti tre approfondimenti su:

  • Inquinamento dell’aria – per le scuole primarie e secondarie di primo grado di Asti e Torino;
  • Musica d’ambiente – per le scuole primarie di Cuneo;
  • Cambiamenti climatici – per le scuole secondarie di secondo grado di Torino.

Per saperne di più:
– Scheda del corso
www.arpa.piemonte.it/news/educazione-ambientale-formazione-docenti-e-nuove-prospettive

Consulta il catalogo dell’offerta educativa

Snpa, i risultati delle sperimentazioni sul monitoraggio del soil gas

Le attività di sperimentazione sul soil gas hanno consentito di trarre alcune conclusioni su numerosi aspetti del monitoraggio (tecniche di campionamento e supporti da utilizzare, durata dell’indagine, aree da sottoporre a campionamento), tenuto conto della variabilità dei siti da bonificare. L’articolo in Ecoscienza 4/2018.

Continua a leggere Snpa, i risultati delle sperimentazioni sul monitoraggio del soil gas

Bonifiche, un approccio omogeneo per il soil gas

 Un gruppo di lavoro del Sistema nazionale a rete di protezione dell’ambiente (Snpa) ha elaborato un approccio metodologico condiviso per il monitoraggio del soil gas nei procedimenti di bonifica. L’obiettivo è uniformare le modalità di esecuzione di indagini, campionamenti, analisi e utilizzo dei dati. In questo numero di AmbienteInforma riportiamo gli esiti delle sperimentazioni già pubblicati in Ecoscienza 4/2018.

Continua a leggere Bonifiche, un approccio omogeneo per il soil gas

Le esperienze del sistema Snpa nelle attività di monitoraggio del soil gas

Le attività di sperimentazione per il monitoraggio delle matrici aeriformi nei siti contaminati hanno riguardato diverse tecniche di campionamento e hanno consentito di trarre alcune conclusioni sugli aspetti critici in termini di variabilità e confrontabilità. Articolo e casi di studio dal servizio sul monitoraggio del soil gas in Ecoscienza 4/2018.

Nell’ambito delle attività del Gdl 9 bis, costituito in seno al Sistema nazionale a rete di protezione dell’ambiente (Snpa), sono state eseguite differenti attività sperimentali, con il coinvolgimento di numerose Agenzie, al fine di confrontare le diverse tecniche di monitoraggio e di campionamento e di accogliere elementi utili per superare le criticità connesse alla rappresentatività dei dati e alla gestione dell’incertezza associata alla variabilità spaziale e temporale delle misure.Finalità delle attività di sperimentazione Le tecniche di campionamento degli aeriformi utilizzate nei siti contaminati sono differenti sia per tipologia, sia  per risultati ottenuti. Il soil gas survey, che consiste in un campionamento attivo dei gas del suolo all’interno di un pozzetto attrezzato, permette di valutare le concentrazioni dei composti volatili nel suolo generalmente in corrispondenza della sorgente di contaminazione oppure in prossimità del bersaglio. L’utilizzo della camera di flusso (flux chamber) invece permette di determinare il flusso di massa degli inquinanti volatili emessi dal suolo.

Infine, le misure in aria consentono di determinare l’effettiva concentrazione dei composti volatili nell’aria ambiente (indoor o outdoor) alle quali sono esposti i bersagli.I risultati delle diverse tipologie di monitoraggio spesso sono difficilmente confrontabili, inoltre ognuna delle tecniche presenta diverse  limitazioni e/o criticità applicative e occorre effettuare, nei casi più complessi, un monitoraggio integrato basato su più linee di evidenza. Le attività di sperimentazione condotte hanno riguardato diverse tecniche di campionamento applicate anche simultaneamente (approccio per linee di evidenza) al fine di consolidare gli approcci attualmente in uso e rendere realmente rappresentativi i risultati dei monitoraggi. 

Nella tabella 1 a pag 47 dell’articolo in Ecoscienza 4/2018 sono rappresentati in sintesi i diversi casi studio, illustrati in dettaglio nei successivi contributi (v. più sotto). 

A cura del
Gdl 9 bis del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (Snpa)


CASI DI STUDIO  
Le campagne di Rivarolo Canavese (TO) e Arquata Scrivia (AL)
A cura di Marco Fontana1, Cristina Bertello1, Paolo Fornetti1, Maura Albertazzi1, Carlo Manzo1, Maurizio Garbarino2, Luisa Rivara2, Daniela Fanutza2
1. Arpa Piemonte – 2. Arpa Liguriahttps://issuu.com/ecoscienza/docs/ecoscienza2018_4/48
La campagna di Ravenna 
Adele Lo Monaco, Renata Emiliani, Daniela Ballardini, Giuseppe Del Carlo
Arpae Emilia-Romagna 


La sperimentazione nel Sin di Bussi sul Tirino (PE)
Lucina Luchetti
Arta Abruzzohttps://issuu.com/ecoscienza/docs/ecoscienza2018_4/55
Le sperimentazioni di Pavia e Mantova
Madela Torretta, Sara Puricelli
Arpa Lombardia

La sperimentazione di Maserada sul Piave (TV)
Davide Casabianca1, Federico Fuin2, Gianmaria Formenton2
Daniela Fiaccavento2, Gianni Porto1
1. Copernico srl –  2. Arpa Veneto

Vai a Ecoscienza 4/2018, è possibile scaricare i singoli articoli in .pdf 

Scuola odori a Trieste

Il 15 e 16 ottobre si è svolta a Trieste la due giorni denominata “Scuola odori”, una proposta di Arpa FVG, finalizzata ad armonizzare le procedure relative alla valutazione delle molestie olfattive di origine ambientale e la loro quantificazione. Per questo motivo la scuola ha ottenuto il patrocinio di AssoArpa, l’associazione delle Agenzie per la tutela ambientale, della Regione e del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia. Sono qui disponibili tutti i materiali della scuola.

Continua a leggere Scuola odori a Trieste

I laghi del Piemonte, i dati della stagione balneare

All’apertura della stagione balneare appena trascorsa 91 delle 94 zone del Piemonte sono state dichiarate balneabili. Le tre zone non balneabili si trovavano sul lago di Candia, nel torinese, e sono state riammesse alla balneazione a fronte del primo campionamento conforme della stagione. Alla chiusura della stagione sono state dichiarate tutte balneabili.

Continua a leggere I laghi del Piemonte, i dati della stagione balneare

Paola Quaglino nominata direttore tecnico di Arpa Piemonte

È Paola Quaglino il nuovo direttore tecnico di Arpa Piemonte, nominata con decreto dal direttore generale Angelo Robotto.

Continua a leggere Paola Quaglino nominata direttore tecnico di Arpa Piemonte

EVENTI – Seminario sull’Autorizzazione integrata ambientale a Torino

Il prossimo 19 ottobre a Torino Regione Piemonte e Arpa Piemonte con l’Ordine degli ingegneri della provincia di Torino organizzano il seminario Autorizzazione integrata ambientale. Programmazione strategica dei controlli ai sensi della direttiva “IED” 2010/75/UE.

Continua a leggere EVENTI – Seminario sull’Autorizzazione integrata ambientale a Torino

L’ozono in Piemonte: superamenti in sette capoluoghi su otto

I livelli di ozono misurati quest’anno in Piemonte dal 1° gennaio al 30 settembre indicano che il valore obiettivo annuale, pari a 120 microgrammi al metro cubo, è già stato superato nel 2018 nel 74% delle stazioni. Continua a leggere L’ozono in Piemonte: superamenti in sette capoluoghi su otto

Comunicazione del rischio per la salute e per l’ambiente

Sono disponibili le presentazioni dei relatori del seminario organizzato a Verona dalla Rete comunicazione e informazione Snpa e Arpa Veneto in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti del Veneto.

Continua a leggere Comunicazione del rischio per la salute e per l’ambiente

Diffondere la cultura della salvaguardia ambientale

Lunedì 24 settembre 2018 l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Torino e Arpa Piemonte hanno firmato l’accordo quadro per promuovere la cultura della salvaguardia ambientale a livello regionale.

 

Continua a leggere Diffondere la cultura della salvaguardia ambientale

Snpa al primo Forum sul sistema di allertamento

Il Dipartimento della Protezione civile ha riunito a Roma il 25 settembre tutti gli attori coinvolti nelle situazioni di allerta della popolazione. Presenti al Forum esperti Snpa. Continua a leggere Snpa al primo Forum sul sistema di allertamento

Il cruscotto della sostenibilità del Piemonte

Quanto è sostenibile il Piemonte? La regione si colloca tre volte fra le prime cinque posizioni (innovazione, società pacifiche, produzioni sostenibili) e una volta soltanto fra le ultime cinque (ecosistema terrestre – percentuale delle aree protette sul territorio regionale).

Continua a leggere Il cruscotto della sostenibilità del Piemonte

Piemonte, i dati sullo stato ambiente rappresentati per ambiti di integrazione territoriale

Quest’anno, per la prima volta, la relazione sullo stato dell’ambiente in Piemonte riporta alcuni dati ambientali con suddivisione non solo regionale e provinciale ma anche per AIT che è l’acronimo di Ambiti di integrazione territoriale, ovvero insiemi di comuni che gravitano su un centro urbano principale, per costruire processi e strategie di sviluppo condivise.

Continua a leggere Piemonte, i dati sullo stato ambiente rappresentati per ambiti di integrazione territoriale