Con Remedio a Treviso la strada Ovest diventa Green

A Treviso cresce il Bike Sharing. Nove stazioni e cinquanta biciclette arrivano in Strada Ovest donandole un tocco più Green.

L’iniziativa, presentata sabato 10 novembre, nasce dal progetto Europeo Remedio, di cui Arpav è capofila, su iniziativa del Comune di Treviso. Obbiettivo, la riqualificazione di zone urbane congestionate dal traffico grazie a un “condominio orizzontale”, in cui tutti gli attori coinvolti collaborano per un bene comune: migliorare la qualità urbana ripensando strade e mobilità. Ed è proprio su questo che si è impegnata Arpav:  la prevenzione è uno dei principi guida delle attività dell’Agenzia, che ha voluto offrire una modalità di spostamento, alternativa a quella privata, rispettosa dell’ambiente e che risolva il problema del congestionamento del traffico.

Il progetto, oltre che proporre un servizio ai cittadini, ha previsto un’attività di educazione ambientale che ha coinvolto undici Istituti,  dalle scuole dell’infanzia e primarie fino alle scuole secondarie di primo e secondo grado, dei comuni di Treviso e Villorba. I ragazzi hanno fatto formazione in aula con laboratori tenuti da tecnici Arpav e dopo un periodo di osservazione di Strada Ovest hanno avuto l’occasione di mettersi alla prova proponendo delle soluzioni all’inquinamento atmosferico e acustico dovuti al traffico elevato.

“Remedio”,  progetto cofinanziato nell’ambito del programma Interreg MED 2014-2020, coinvolge, oltre ad Arpav e ai comuni di Treviso e Villorba, partner europei quali amministrazioni comunali ed enti gestori dei servizi di mobilità che, supportati da partner tecnico scientifici come le Università, collaborano alla creazione di un modello di mobilità urbana sostenibile e di educazione ambientale. Le altre città interessate sono: Loures (Portogallo), Spalato (Croazia) e Salonicco (Grecia), affiancate dalle Università di Siviglia, Lisbona e Salonicco.

Con l’installazione del Bike Sharing prosegue la collaborazione tra il Comune di Treviso e il Comune di Villorba sottoscrittori  insieme alla Provincia di Treviso dell’Accordo di Programma per la creazione del “condominio orizzontale” in Strada Ovest, già promosso da alcuni anni dal Comune di Treviso nell’ambito delle iniziative per l’efficientamento energetico sotto lo slogan “I love Strada Ovest in classe A”.

All’evento di sabato erano presenti l’Assessore all’Ambiente del Comune di Treviso Alessandro Manera, il Sindaco di Villorba Marco Serena ed i Consiglieri Comunali di Treviso Mirco Visentin, Antonio Dotto, Massimo Zanon, il funzionario del Settore Ambiente del Comune di Treviso Ing. Roberto Granziol e per Arpav Ketty Lorenzet e Francesca Liguori, entrambe dell’Osservatorio Regionale Aria.

Per maggiori informazioni:

http://www.comune.treviso.it/

http://www.arpa.veneto.it/servizi-ambientali/cooperazione/programmazione-2014-2020-1/remedio

autore: Chiara Tangolo, Università di Padova – Strategie di comunicazione in stage all’Ufficio Stampa di Arpa Veneto

Le reti tranviarie: una strada da percorrere per le nostre città

L’ing. Giovanni Mantovani è uno dei principali esperti italiani nel campo del trasporto pubblico su ferro. In una ampia intervista rilasciata ad Arpatnews sono indicate le motivazioni che dovrebbero portare a scegliere il tram come una soluzione da preferire in molte delle nostre città.

Continua a leggere Le reti tranviarie: una strada da percorrere per le nostre città

12° rapporto Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane

L’associazione Euromobility ha recentemente presentato il suo 12° rapporto sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane. Da segnalare come tutti i dati contenuti nel rapporto sono tratti dall’Osservatorio sulla Mobilità Sostenibile in Italia, che mette a disposizione di tutti un importante patrimonio di indicatori, per serie temporali che vanno dal 2006 al 2017 per 50 città italiane, relative a: demografia, parchi veicolari circolanti per tipologie di trazione e standard emissivo, trasporto pubblico, Aree regolamentate (ZTL e pedonali), ciclabilità, parcheggi, incidentalità, car e bike sharing, qualità dell’aria.

50 città rapporto Mobilità sostenibileLa consultazione degli indicatori è agevole e di facile comprensione e permette di visualizzare in tempi immediati dati e trend assai significativi per capire cosa sta succedendo nelle varie città e come queste si muovono sui temi della mobilità.

Il rapporto presentato, costituisce quindi una sorta di ‘fotografia’, che sfruttando questo patrimonio informativo riesce a mette in luce alcuni aspetti significativi.

Ancora una volta in aumento (+0,8%, dal 58,5% al 59,3%) il tasso di motorizzazione (l’indicatore che misura la consistenza della flotta veicolare in rapporto alla popolazione residente), a conferma del trend inaugurato nel 2015. In aumento anche il dato nazionale (+1,2%). L’Italia si allontana sempre più dalla media europea di circa 49,8 auto ogni 100 abitanti. Nel 2017 il tasso di motorizzazione è in aumento in 49 delle 50 città; fa eccezione solamente Reggio Emilia (-0,60%).

indice di motorizzazione (rapporto mobilità sostenibile)

Continuano a migliorare gli standard emissivi dei veicoli. Le autovetture Euro 4 rappresentano ancora la percentuale maggiore in circolazione (28,3% dell’intero parco), anche se in calo rispetto al 2016; i veicoli Euro 5 sono pari al 18,7%, anch’essi in diminuzione, mentre crescono le autovetture Euro 6 (18,9%, erano il 12,2% nel 2016). Significativi anche i dati delle auto a basso impatto (elettrico, ibrido, metano, ecc.).

standard emissivi

Passa dal 9,2% del 2016 al 9,5% del 2017 la quota di auto a basso impatto, cioè a GPL, metano, ibride o elettriche. La presenza dei veicoli a trazione ibrida ed elettrica è, tuttavia, ancora decisamente marginale (presenza dello 0,53%, nel 2016 era dello 0,39%) rispetto a quella dei veicoli a metano e GPL (8,92% del parco). I veicoli ad alimentazione unicamente elettrica costituiscono lo 0,025% del parco circolante nelle 50 città oggetto del rapporto, ma risultano sostanzialmente concentrati in 7 città: Trento, Bolzano, Firenze, Milano, Reggio Emilia e Roma. Si ferma invece la crescita delle auto a metano, che passano dal 2,50% del 2016 al 2,49% del 2017, una percentuale di presenza nel parco sostanzialmente invariata.

elettrico-ibrido-metano

L’indice medio di motorizzazione relativo ai motocicli è pari a 13,6 motocicli ogni 100 abitanti, decisamente molto più elevato della media europea (dove è pari a circa 6,9). Inalterata rispetto agli scorsi anni la classifica per le due ruote a motore: il tasso di motorizzazione più elevato si registra a Livorno (26,4 ogni 100 abitanti), seguita da Genova (24,2) e Rimini (21,4); mentre le città con meno motocicli e ciclomotori sono Foggia (5,3 ogni 100 abitanti), Venezia (6, 7) e Potenza (7,4).

motocicli.jpg

Foggia conquista il triste primato delle due ruote più inquinanti (70,8% è la somma dei motocicli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2), seguita da L’Aquila e Perugia (69,3% e 69,2% rispettivamente), mentre Livorno (37,2%), Firenze (39,8%) e Bolzano (43,9%) annoverano il minor numero complessivo di motocicli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2.

car sharing

In netto aumento (+18%) il numero di auto impiegate nei servizi di car sharing “a flusso libero” (quelli cioè in cui il prelievo e la riconsegna delle autovetture possono avvenire in qualsiasi punto all’interno dell’area prevista dal servizio), che passano complessivamente dalle 5.730 del 2016 alle 6.743 del 2017. Si segnala l’ingresso di due nuovi operatori: DriveNow (a Milano) e BlueTorino (a Torino, con flotta completamente elettrica). Stabile, invece, il car sharing convenzionale, quello cioè in cui l’utente preleva e riconsegna la vettura in parcheggi ben definiti, operativo in 16 delle 50 città del rapporto.

piste ciclabili

Aumentano del 4% le bici del bike sharing, il servizio di biciclette condivise presente nel 2017 in 21 delle 50 città dell’osservatorio. La vera novità del 2017 è però l’arrivo dei servizi “a flusso libero” (free floating), analoghi a quelli di car sharing già consolidati sul suolo italiano, che permettono il prelievo e il rilascio delle biciclette in qualsiasi punto all’interno dell’area prevista dal servizio.

I Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS) sono ormai una realtà: Brescia e Foggia si aggiungono a Parma e Prato come città che hanno completato l’iter dei rispettivi piani, arrivando all’approvazione, mentre Ravenna, Siracusa e Taranto hanno provveduto all’adozione nell’ultimo anno, raggiungendo Bari, Forlì, Milano, Pescara, Reggio Calabria e Torino. Altre 24 città stanno redigendo il proprio PUMS. Le 13 città che invece non hanno ancora avviato il processo di redazione (erano 25 l’anno scorso) dovranno provvedere a breve, stando a quanto indicato dalle Linee Guida nazionali sui PUMS approvate lo scorso anno.

50-città-2018

download

X Conferenza nazionale per l’efficienza energetica

Per dare il proprio contributo alla definizione del Piano nazionale energia e clima 2030 gli Amici della Terra hanno deciso di partire dalle buone pratiche di uso efficiente dell’energia e delle fonti rinnovabili che costituiscono eccellenze tecnologiche e industriali del Paese.

Continua a leggere X Conferenza nazionale per l’efficienza energetica

Settimana della mobilità sostenibile, l’impegno di Ispra

Trasporti, inquinamento dell’aria, ambiente urbano: ecco perchè Ispra è impegnata nella mobilità sostenibile. Un video del direttore generale Alessandro Bratti introduce ai temi della Settimana europea. Continua a leggere Settimana della mobilità sostenibile, l’impegno di Ispra

A Napoli lavori in corso per ridurre il traffico

Nei prossimi anni la metropolitana di Napoli raggiungerà l’aeroporto e verrà inaugurata la linea 6. Sono alcune delle novità in tema di mobilità sostenibile raccontate dall’assessore Mario Calabrese, che abbiamo intervistato. Continua a leggere A Napoli lavori in corso per ridurre il traffico

Azioni in Veneto per la mobilità sostenibile: i progetti REMEDIO E PREPAIR

La mobilità sostenibile è uno dei temi affrontati nei due progetti europei che mirano all’individuazione e adozione di azioni per il miglioramento della qualità dell’aria.

Continua a leggere Azioni in Veneto per la mobilità sostenibile: i progetti REMEDIO E PREPAIR

Arpa Sicilia supporta la mobilità sostenibile

Arpa Sicilia a sostegno della visione della Comunità europea, in materia di sostenibilità, utilizzando l’informazione sui dati ambientali, sostiene e promuove l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto, incoraggiando gli spostamenti quotidiani a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici.

Continua a leggere Arpa Sicilia supporta la mobilità sostenibile

Il tram raddoppia a Firenze

Il 16 luglio scorso a Firenze è entrato in esercizio il prolungamento della linea 1, denominata “Leonardo” che, proseguendo il suo percorso, dalla stazione di Santa Maria Novella ora raggiunge il Polo Universitario ospedaliero di Careggi, per un percorso complessivo di 11,5 km. A fine anno sarà completata la linea 2, sempre dalla stazione all’Areoporto “Amerigo Vespucci”.

Continua a leggere Il tram raddoppia a Firenze

Dal 16 al 22 settembre è la settimana europea della mobilità sostenibile

Dal 16 al 22 settembre 2018. Il tema di quest’anno è la multimodalità, con lo slogan “Cambia e vai”. Il Ministero dell’Ambiente aderisce, coordina e supporta le iniziative e gli eventi organizzati da Comuni e associazioni.

Continua a leggere Dal 16 al 22 settembre è la settimana europea della mobilità sostenibile

Napoli, città della mobilità sostenibile

L’obiettivo è collegare, entro il  2022, aeroporto, porto e stazione centrale con un’unica linea di metro. De Magistris: «in metropolitana avremo attese di 4 minuti, svolta per la sostenibilità».

Continua a leggere Napoli, città della mobilità sostenibile

Arpa FVG sfiora il primo posto a Cinemambiente con il documentario Binari

Mediatecambiente, il progetto di educazione ambientale attraverso l’audiovisivo, realizzato dal Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale (LaREA) dell’Arpa FVG in collaborazione con il Sistema delle mediateche del Friuli Venezia Giulia, ha raggiunto quest’anno uno dei risultati più importanti, ovvero la partecipazione al festival Cinemambiente che si è svolto a Torino dal 31 maggio al 5 giugno.

Continua a leggere Arpa FVG sfiora il primo posto a Cinemambiente con il documentario Binari

Sic2Sic: parte dal Friuli Venezia Giulia il viaggio in bici tra i siti Natura 2000

È partito dal Friuli Venezia Giulia martedì 29 maggio il viaggio in bicicletta alla scoperta dello straordinario patrimonio naturalistico presente nei siti della Rete Natura 2000.

Continua a leggere Sic2Sic: parte dal Friuli Venezia Giulia il viaggio in bici tra i siti Natura 2000

“Bella mossa”, a Bologna risuola le scarpe, inforca la bici, prendi il bus… e vinci!

Per sei mesi, a partire dal 1° aprile, chi si sposterà con mezzi eco-friendly potrà vincere premi e buoni sconto grazie a “Bella Mossa”, la nuova iniziativa di promozione della mobilità sostenibile coordinata dalla SRM-Reti e Mobilità, l’agenzia di Comune e Città metropolitana di Bologna. L’iniziativa è rivolta a singole persone e anche a squadre aziendali; iscritta anche Arpae Emilia-Romagna. In palio a estrazione anche un ciclomotore e una bici elettrici. Continua > 

VIDEO – Buone pratiche “In macchina, in bici, a piedi”

Arpa Piemonte ha realizzato alcuni video sulla mobilità scolastica sostenibile, in collaborazione con insegnanti, bambini e genitori. L’idea nasce nell’ambito del progetto educativo “Noi e l’aria” che mira a sensibilizzare gli alunni sui problemi e le possibili soluzioni dell’inquinamento atmosferico. I bambini ci ricordano che è possibile adottare stili di vita sostenibili, salutari ed economici a cominciare dal tragitto casa-scuola o casa-lavoro momenti che corrispondono spesso ai picchi giornalieri di inquinamento dell’aria nelle nostre città.

Continua a leggere VIDEO – Buone pratiche “In macchina, in bici, a piedi”