Come misurare la pressione arteriosa? Guida, strumenti e consigli

0
113
misuratore di pressione arteriosa

Sia che si pratichi sport o che si soffra di alcune patologie specifiche, ad oggi il monitoraggio della pressione sanguigna e della propria frequenza cardiaca risulta essere indispensabile.

Lo sfigmomanometro è uno strumento utile a misurare la pressione, conosciuto soprattutto con il nome di macchinetta per la pressione. Moltissimi sono i modelli che affollano il mercato delle macchinette della pressione.

Scegliere però il dispositivo che meglio risponde alle nostre esigenze non è sempre facile. Vediamo insieme alcuni consigli per scegliere un buon modello in maniera corretta.

Cos’è e come funziona lo sfigmomanometro?

Il misuratore di pressione o sfigmomanometro, è un apparecchio che viene indicato per misurare e/o monitorare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. La pressione sanguigna è infatti un indicatore fondamentale in caso di malattie quali ipertensione, diabete, ipotensione ecc.

Oltretutto il controllo frequente della pressione consente di avere coscienza di quale è il nostro stato complessivo di salute. È uno strumento antichissimo che è posseduto da ogni medico di base o specialista. Oggi è possibile acquistare questo prodotto anche per un uso domestico, per misurare la pressione sanguigna comodamente a casa senza doversi recare in ambulatorio.

Il misuratore di pressione si presenta dotato di una fascia che si avvolge al braccio sinistro, la quale subisce una pressione. Nel momento in cui il bracciale si gonfia al massimo si interrompe per un’istante il flusso sanguigno e quindi la macchina può rilevare i valori della nostra pressione. Dopo aver rilevato i dati, la pressione viene gradualmente rilasciata e possiamo leggere i risultati sul display. Il misuratore di pressione adoperato dal medico consente di rilevare la prima pulsazione che corrisponde alla pressione sistolica, viceversa quando i battiti si fermano il medico rileva la diastolica.

Pressione alta come leggere i risultati?

Innanzitutto definiamo quali sono i sintomi di chi soffre di pressione alta. La pressione alta, definita in gergo ipertensione, è ormai una patologia molto diffusa. Non è una malattia vera e propria, ma è un fattore di rischio per tutti i problemi cardio-vascolari che da essa possono derivare.

Si tratta di ipertensione quando la pressione minima è superiore a 90 mmHg e la pressione massima è più alta di 140 mmHg. Monitorare la pressione quindi come è facile supporre è una necessita e un fattore molto importante per la nostra salute. Infatti se si conosce per tempo il problema è più facile correre prontamente ai ripari.

Tipologie misuratori di pressione

La scelta della tipologia più adatta alle nostre esigenze è di fondamentale importanza in questo caso. La classificazione delle tipologie di misuratori di pressione si compie sulla base delle differenze di funzionamento dei vari misuratori. Infatti esistono due tipologie di misuratori di pressione, quelli analogici e quelli elettronici.

Lo sfigmomanometro analogico è lo strumento tradizionale, ossia quello che vediamo utilizzare dal nostro medico quando ci rechiamo da lui. Si compone di una pompa di pressione che viene attivata manualmente e poi rilasciata. Il suo utilizzo non è di immediata comprensione, come la lettura dei dati che derivano da tale misurazione. È una tipologia consigliata ai professionisti del settore.

Viceversa lo Lo sfigmomanometro digitale o elettronico è uno strumento facile e intuitivo nel suo funzionamento e nella lettura dei dati. Si compone di semplici tasti accanto ad un display che permettono di avviare lo strumento e poi successivamente leggere i dati della misurazione. Questi modelli digitali inoltre permettono di accedere a tutta una serie di funzioni accessorie che i modelli analogici non possiedono. Ad esempio sarà possibile registrare le proprie misurazioni, verificare se la misurazione è stata svolta in modo corretto o anche valutare l’andamento della frequenza cardiaca.

Misuratori di pressione: da braccio o da polso?

All’interno della tipologia di misuratore di pressione digitale possiamo fare un distinguo tra misuratori da polso e da braccio a seconda di dove debba essere collocata la fascia di misurazione. Nel modello da braccio, la fascia di pressione andrà avvolta attorno al braccio sinistro per la misurazione. Il modello da polso molto più pratico, prevede che il manicotto sia avvolto al polso.

Quali sono i più affidabili?

I modelli digitali nonostante siano ormai di larga diffusione, rimangono solo ad uso esclusivo dei privati. I professionisti infatti continuano a preferire il modello analogico, più preciso ed efficiente. Di contro occorre evidenziare che per praticità, facilità di lettura e numero di funzionalità per i privati i modelli analogici rimangono il prodotto migliore da acquistare.

Se il dubbio sorge tra misuratore di pressione digitale da braccio o da polso, allora si devono valutare quali siano le proprie esigenze. Il misuratore da polso è perfetto per chi è sempre fuori casa o in viaggio, viceversa il modello da braccio per chi è spesso in casa ed ha la possibilità di farsi aiutare da qualcuno nelle misurazioni. L’affidabilità rimane punto di forza di entrambi questi prodotti. Il modello da polso potrebbe rilevare in maniera più sensibile eventuali movimenti e quindi segnalare più spesso errori di misurazione.

Funzionalità

I modelli digitali hanno il vantaggio di fornire una quantità di informazioni utili che esulano dalla semplice misurazione della pressione. Forniscono informazioni circa la pressione arteriosa, il battito cardiaco, la memorizzazione dei dati e la valutazione della corretta misurazione. Affinché un misuratore sia a norma di legge deve prevedere la presenza dell’indicatore OMS (dell’Organizzazione Mondiale della Sanità).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here