Il monitoraggio delle acque superficiali nella provincia di Trapani

Fiume BeliceLa Struttura territoriale Arpa Sicilia di Trapani, nell’ambito della convenzione siglata con il Dipartimento regionale acque e rifiuti (DAR), ha avviato il “progetto operativo delle attività”,  finalizzato all’aggiornamento del quadro conoscitivo delle acque superficiali e sotterranee, ai sensi della direttiva Acque 2000/60/CE e del successivo Dlgs 152/2006.

Pertanto, ha effettuato le attività di monitoraggio per la valutazione dello stato ecologico e dello stato chimico di otto corsi d’acqua attraverso la valutazione dei parametri biologici, chimico-fisici e chimici . I corsi d’acqua monitorati ricadono nella provincia di Trapani (Fiume Birgi, Canale Xitta, Fiume Bordino, Fiume Modione, Fiume Judeo, Fiume Belice Destro e Fiume Belice Foce) ed in quella di Palermo (Fiume Belice Sinistro) e appartengono tutti alla tipologia 20IN7N, ovvero idroicoregione 20 (Sicilia occidentale), regime idrologico intermittente, morfologia dell’alveo sinuoso e confinato.

biologi intenti nelle attività di campionamento
biologi intenti nelle attività di campionamento

Le attività di monitoraggio si sono svolte da gennaio a dicembre 2017. Gli elementi di qualità biologica (macroinvertebrati, macrofite acquatiche, diatomee) sono stati monitorati nei mesi di aprile e giugno e gli elementi chimico-fisici e chimici da gennaio a dicembre.

Le attività svolte, nel corso del 2017, come previsto dal Progetto, sono state le seguenti:

  • 90 prelievi di acqua superficiale e determinazione dei parametri chimico–fisici rilevati tramite sonda multiparametrica;
  • 38 campionamenti di elementi biologici di cui12 relativi ai macroinvertebrati, 14 allemacrofite e 12 alle diatomee.

I dati raccolti verranno utilizzati per la classificazione dello stato ecologico e chimico attraverso il calcolo degli Indici e relativi RQE (Rapporto di Qualità Ecologica).

Così come previsto dal DM 260/2010 gli indici calcolati saranno:

1) Star_IMCi:indice che permette di acquisire informazioni relative alla tolleranza, abbondanza/habitat e ricchezza/diversità della comunità dei macroinvertebrati;

2) IBMR: indice finalizzato alla valutazione dello stato trofico dei corsi d’acqua in funzione dellecomunità delle macrofitepresenti nell’alveo bagnato;

3) ICMi: indice finalizzato alla valutazione dello stato ecologico utilizzando la comunità delle diatomee bentoniche e la loro sensibilità agli inquinanti ed al carico di nutrienti;

4) LIMeco: indicedescrittore dello stato trofico del corso d’acqua, che tiene conto di parametri chimici come azoto ammoniacale, azoto nitrico, fosforo totale e percentuale di saturazione dell’ossigeno disciolto. Le attività del monitoraggio delle acque superficiali effettuate nel 2017 sono state divulgate in occasione del “SICILIAMBIENTE IX Documentary Film Festival” tenutosi a San Vito Lo Capo nel mese di luglio, durante il quale la Struttura Territoriale di Trapani ha allestito uno stand attrezzato di stereomicroscopio che ha consentito al pubblico interessato l’osservazione di macroinvertebrati emacrofite.

A cura di: Salvatore Basiricò, Paolo Balistreri, Gabriele Marini, Giovanna Eva Avena, Silvana Mulone, Annamaria Mauro, Lorenzo Gentile – Struttura Territoriale ARPA Sicilia di Trapani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.