Liberiamo i dati, dall’Emilia-Romagna il progetto minERva

Si svolge a Bologna il prossimo 24 settembre il convegno di presentazione del “Catalogo dell’informazione” dell’Emilia-Romagna che raccoglie informazioni gestite dai settori Programmazione territoriale, Ambiente e Mobilità. Si tratta del primo risultato del progetto regionale “minERva”.

Organizzare e valorizzare il grande patrimonio informativo gestito ed elaborato dai settori programmazione territoriale, trasporti e ambiente della Regione Emilia-Romagna e renderlo fruibile a tutti in versione “open data”: è questo lo scopo del progetto “minERva, promosso dalla Regione Emilia-Romagna (Direzione generale Cura del territorio e dell’ambiente), in raccordo con le altre iniziative avviate da tempo per aprire i propri dati.

Muovendosi nel quadro delineato dal Codice dell’amministrazione digitale e dal Foia, la Regione ha deciso di realizzare il lavoro di raccolta, inserimento nella piattaforma informatizzata e messa in rete dei propri dati per “toglierli dai cassetti” e metterli a disposizione di tutti, cittadini e tecnici, in formato aperto. Il risultato finora è stata la ricognizione e la realizzazione del Catalogo dell’informazione, circa 500 banche dati, organizzate in circa 380 dataset.
Un lavoro in costante aggiornamento e che vedrà ulteriori sviluppi futuri.

Saranno questi i temi al centro del  convegno del prossimo 24 settembre a Bologna; previsto, tra gli altri, anche l’intervento del direttore generale di Arpae.

Vai alla presentazione e al programma del convegno, Regione Emilia-Romagna

Altre risorse
Dati ambientali, Arpae Emilia-Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.