Lo stato del lago di Garda, i dati delle agenzie ambientali

Anche Arpa Lombardia ha partecipato, lo scorso 7 luglio a Desenzano, al convegno “Investire nella qualità delle acque del Garda”, promosso da Legambiente per presentare i risultati della campagna di monitoraggio sul Benaco di Goletta dei Laghi.

L’argomento affrontato dall’Agenzia ha riguardato in particolare lo stato ecologico e chimico del lago, che dal 2014 è oggetto di uno specifico accordo interregionale per la definizione di programmi unificati di monitoraggio tra le tre agenzie ambientali territorialmente competenti.

I dati raccolti e condivisi da Arpa Lombardia, Arpa Veneto e Appa Trento evidenziano un buono stato ecologico per il bacino sudorientale e sufficiente per il bacino occidentale, in cui si rilevano concentrazioni di fosforo ancora sensibilmente elevate.

Le comunità biologiche che popolano il lago sono state oggetto di monitoraggio in quanto, in base alla Direttiva 2000/60/CE, concorrono alla definizione dello stato ecologico. Fitoplancton, macrofite sommerse, macroinvertebrati e pesci sono risultati in uno stato da buono a elevato.

Lo stato chimico, definito dalla presenza delle sostanze prioritarie, risulta buono in entrambi i bacini.

Nell’intervento di Arpa Lombardia è stato anche messo in evidenza il ruolo dei cambiamenti climatici in atto sulla distribuzione del fosforo tra gli strati superficiali e gli strati profondi del lago.

Garda_07_07_18_ARPA_legambiente

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.