Luca Marchesi: la Summer school AssoArpa a Palermo

Messaggio del presidente di AssoArpa, Luca Marchesi, per l’apertura della Summer school AssoArpa, che si tiene a Palermo dal 26 al 28 settembre 2018 dedicata a “L’ambiente come volano dello sviluppo sostenibile”.

Si apre domani a Palermo, presso la Chiesa dei Santi Elena e Costantino in piazza della Vittoria, il consueto appuntamento con la Summer School residenziale di AssoArpa, giunta quest’anno alla sua terza edizione. (vedi il programma)

L’appuntamento si colloca al termine di un articolato percorso di riflessione su quale debba essere nel prossimo futuro il ruolo dell’Associazione, all’indomani dell’approvazione della legge 132 e della nascita del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente.

Quello che è emerso con chiarezza in questi ultimi due anni, ed in particolare dopo la Winter School di Aosta dello scorso mese di marzo, è che mai come oggi – in una fase complessa e turbolenta da molti punti di vista e in primis nel rapporto tra necessità di armonizzazione nazionale e peculiarità dei territori – è necessario un ruolo forte e proattivo dell’Associazione delle Agenzie ambientali. Un ruolo che deve esplicarsi nel processo condiviso di costruzione del sistema di protezione ambientale in Italia, da molti punti di vista e con molte diverse prospettive: per sostenere approcci istituzionali costruttivi ed equilibrati; per rivendicare l’autorevolezza e la terzietà fondate sulla competenza tecnico-scientifica; per promuovere una forte cultura ambientale anche organizzando iniziative formative e informative; per coinvolgere in questo processo tutti gli stakeholder (imprese, Enti locali, cittadini, Associazioni di categoria, Associazioni ambientaliste…) a tutti i livelli; per rappresentare e far crescere la componente regionale nel processo di costruzione di un SNPA sempre più armonico e coeso; e per individuare soluzioni innovative ai problemi di architettura istituzionale che si pongono ogni giorno, in particolare dal punto di vista dei modelli organizzativi e gestionali.

Per tutte queste ragioni, la Scuola estiva AssoArpa del 2018 – pur avendo come sempre quale target, in via prioritaria, le “direzioni strategiche” delle Agenzie regionali e pur caratterizzandosi ancora una volta come momento di alta formazione e come laboratorio di progettazione strategica orientato alla costruzione condivisa del SNPA – si caratterizza quest’anno per una marcata “apertura” nei confronti del mondo esterno, ospitando in maniera massiccia – sia tra i docenti sia tra i partecipanti – molti diversi soggetti e attori della protezione ambientale italiana.

Anche il programma si presenta particolarmente ricco ed articolato. Oltre a fare il consueto “punto della situazione” sul processo di costruzione del SNPA, dal punto di vista degli assetti istituzionali (il processo di attuazione della legge 132/2016) e dal punto di vista dei meccanismi operativi (il nuovo CCNL, i percorsi formativi e gli strumenti di sviluppo manageriale), abbiamo scelto per questa edizione di concentrarci su di un “tema forte” e trasversale, che riguarda la natura stessa delle Agenzie e il loro  posizionamento strategico nel contesto di un mondo che cambia: “l’Ambiente come volano per uno sviluppo sostenibile”.

Parleremo dunque di economia circolare, di lotta al cambiamento climatico, di green economy, di reti e sussidiarietà, di valorizzazione delle competenze, di rigore scientifico, di autorevolezza e terzietà del sistema pubblico, di controlli ambientali nelle loro diverse forme, di premialità dei comportamenti virtuosi, di trasparenza, di accountability, di semplificazione.

A discutere di tutto ciò (mentre ad Aosta gli interventi erano sostanzialmente tutti affidati a Colleghi delle Agenzie, proprio per sostenere la natura “introspettiva” dell’evento, finalizzato a ridefinire il posizionamento associativo), a Palermo abbiamo chiamato un gruppo di relatori e discussant esterni molto prestigiosi, espressione del mondo delle Istituzioni, della cultura, della scienza, delle imprese, dell’associazionismo e della finanza. Ascolteremo dunque spunti e suggerimenti, suggestioni e prospettive, direttamente dalla viva voce di politici, amministratori, professori universitari, manager, ricercatori, assessori regionali,  imprenditori, uomini di cultura, intellettuali.

Con loro, proveremo ad analizzare presente e futuro delle Agenzie nei diversi territori e nel Sistema nazionale; anche provando ad andare un po’ oltre all’ordinario, con un respiro ambizioso e visionario, fino ad osare immaginare assetti innovativi che coinvolgano Istituzioni e stakeholder in un ripensamento complessivo della governance ambientale del nostro Paese.

Luca Marchesi
Direttore Generale ARPA FVG
Presidente AssoARPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.