Un commento su “Micron: la lezione delle fake news”

  1. Articolo imbarazzante: chi dovrebbe proteggere l’ambiente e la salute assume le sfide per il futuro dal WEF (World Economic Forum); ormai a qualcuno può sembrare normale, ma è assurdo che siano gli interessi economici ad essere il riferimento e a dettare l’agenda per chi dovrebbe arginare la ricerca del profitto ad ogni costo.
    Fortunatamente gli interessi dominanti, quelli che controllano il sistema mediatico, hanno fatto un errore a introdurre il tema delle fake news: i cittadini identificano la misinformation con le menzogne interessate dei giornalisti e degli “scienziati” compiacenti. La censura (in neolingua: “sistema di controllo della veridicità dell’informazione”) è il solo mezzo rimasto per impedire alla gente di ragionare con la propria testa, in piena libertà e senza tutoraggio dell’establishment. Altrochè reciproca fiducia tra istituzioni (screditate), mondo scientifico (screditato) e cittadini (sempre più consapevoli e diffidenti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.