Snpa al primo Forum sul sistema di allertamento

Il Dipartimento della Protezione civile ha riunito a Roma il 25 settembre tutti gli attori coinvolti nelle situazioni di allerta della popolazione. Presenti al Forum esperti Snpa.

Ispra, Arpa Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Sardegna ed Emilia-Romagna hanno portato l’esperienza del Sistema nel primo Forum nazionale dedicato all’allertamento organizzato dal Dipartimento della Protezione civile. Un incontro voluto dal capo Dipartimento Angelo Borrelli per inviare un messaggio forte e chiaro. Quello di mettere a sistema le migliori esperienze utilizzate a livello locale per allertare la popolazione in caso di emergenza e individuare lo strumento migliore per raggiungere nel più breve tempo possibile il maggior numero di persone. Il Dipartimento ha presentato un progetto che cala i piani comunali di protezione civile sulla cartografia digitale e utilizzerà il cosiddetto “cell broadcasting” per interagire velocemente attraverso il telefono con tutte le persone presenti in una particolare area.

Snpa è tra le strutture operative del Servizio nazionale di Protezione Civile (art. 13 D.Lgs. 1 del 2 gennaio 2018), con funzioni sia di previsione – in caso di allertamento su segnalazione dai Centri Funzionali – sia di gestione delle emergenze. Tra le migliore pratiche di allerta, Angelo Borrelli ha citato quella utilizzata da Arpa Liguria con il bollettino di vigilanza meteoidrologica aggiornato – quando necessario – anche al pomeriggio. Elisabetta Trovatore, responsabile del Centro Meteo Arpal, ne ha illustrato al Forum il funzionamento: informazioni meteo vengono aggiornate sul sito www.allertaliguria.gov.it, gestito dalla Regione e da Arpa Liguria; attività di formazione ai giovani nelle scuole;  azioni di supporto ai comuni attraverso l’osservatorio online http://omirl.regione.liguria.it/Omirl , il portale prevenzione comune e il progetto Monitoraggio Comune, svolti insieme a CIMA Research Foundation. Arpa Liguria lavora all’innovazione delle tecniche previsionali a piccola scala e per il potenziamento della Sala Operativa Regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.