Sostenibiliatà ambientale, protocollo d’intesa tra ministero dell’Ambiente e Regione Umbria

L’accordo dà avvio ad una collaborazione istituzionale fra Ministero e Regione per definire metodologie, strumenti e tecnologie innovative a supporto delle decisioni sulla base di standard tecnico-scientifici, già sperimentati dalla Regione, attraverso le attività dell’Arpa Umbria.

Obiettivo strategico della collaborazione tra il MATTM e la Regione Umbria è contribuire al miglioramento dei livelli di sostenibilità ambientale nella governance del territorio, puntando alla qualità delle valutazioni ambientali ed allo snellimento dell’attività amministrativa, garantendo la trasparenza e l’uniformità di applicazione della normativa in materia di VAS e di VIA, anche in relazione delle nuove disposizioni di cui al D. Lgs. 104/2017

A seguito dell’entrata in vigore della Direttiva VIA, e del recente recepimento nazionale con il D. Lgs 104/17, la valutazione di impatto ambientale ha infatti assunto una funzione centrale e strategica nella governance dei procedimenti autorizzativi e, più in generale, sull’intero assetto della pianificazione territoriale e la relativa valutazione di sostenibilità.

L’obbligo da parte del committente di fornire informazioni sulle caratteristiche del progetto e sui suoi probabili effetti negativi significativi sull’ambiente, tenendo conto dei risultati disponibili di altre valutazioni effettuate, e la contestuale necessità di tenere effettivamente conto degli impatti cumulativi del contesto, richiedono l’attivazione di strategie in grado di garantire, a tutti gli stakeholders coinvolti, un’adeguata informazione e soprattutto di abilitarne la partecipazione attiva mediante strumenti operativi condivisi.

Per fare fronte a queste necessità e poter esplorare in modo condiviso le effettive potenzialità offerte dalle nuove tecnologie (IOT, machine learning, Big Data), il Ministero dell’Ambiente ha dato avvio a due protocolli d’intesa, assieme a Regione Lombardia e Regione Umbria, con l’obiettivo di sperimentare operativamente sul campo nuove piattaforme digitali per la valutazione ambientale di Piani e Progetti (VAS/VIA), basate sull’impiego organico di standard internazionali e dei nuovi sistemi di elaborazione dati.

In particolare i protocolli prevedono:

  • La condivisione di metodologie e criteri tecnico-scientifici per lo svolgimento dei processi di valutazione ambientale che prevedano l’organizzazione e la gestione sistemica delle conoscenze disponibili;
  • La condivisione e sperimentazione di strumenti innovativi (IoT based) di supporto alle decisioni applicati alla valutazione/prescrizione/verifiche di ottemperanza/Accountability nell’ambito dei processi di Valutazione Ambientale (VAS/VIA) di competenza statale e regionale.

Una delle maggiori novità del progetto é data dall’applicazione di strumenti di creazione condivisa del valore assieme agli stakeholder (Creating Shared Value) e alla convalida inter-istituzionale e sociale degli strumenti operativi di lavoro direttamente sul campo (Lean Startup), grazie al coinvolgimento attivo di istituzioni, imprese e cittadini con l’obiettivo comune di attivare concretamente un percorso nazionale di Sostenibilità 4.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.