Pubblicato l’Annuario dei dati ambientali Ispra, edizione 2016

Giunto alla quattordicesima edizione, l’Annuario dell’Ispra è il report intertematico di dati ufficiali sull’ambiente più esaustivo e organico a livello nazionale. L’edizione 2016 si presenta ampiamente rinnovata, in particolare nel raffronto tra l’Italia e un contesto europeo in costante evoluzione per quanto concerne i nuovi indirizzi delle politiche ambientali e delle metodologie di reporting. A livello nazionale, il report è frutto della stretta cooperazione nel campo del reporting ambientale tra l’Ispra e le Agenzie regionali e delle Provincie autonome per la protezione dell’ambiente.

A partire dalla medesima base dati a disposizione di Ispra, sono stati realizzati sei prodotti informativi per venire incontro alle esigenze di un pubblico vasto e diversificato.

Il primo è l’ Annuario dei dati ambientali nella  versione integrale, che presenta le schede indicatore popolate nel corso del 2016, organizzate per settori produttivi, condizioni ambientali e risposte. Le informazioni (dati e metadati), relative a ciascuno degli indicatori selezionati per il Tema, sono organizzate in schede, composte di una parte descrittiva e di un numero variabile di rappresentazioni (grafici/carte tematiche) dei dati disponibili, estrapolate da quelle presenti nel Piattaforma. L’edizione 2016 presenta in totale 306 indicatori di cui 36 nuovi. Complessivamente sono stati aggiornati 251 indicatori, per un totale di circa 140.000 dati. Questi ultimi sono stati organizzati in circa 450 tabelle e 400 figure.

Principale novità dell’edizione 2016 è Dati sull’ambiente 2016: un’accurata elezione di indicatori dell’Annuario dei dati ambientali finalizzati al monitoraggio dei principali obiettivi del Settimo programma d’azione per l’ambiente (7° PAA). Il documento è strutturato in 5 parti o capitoli secondo i primi tre obiettivi tematici prioritari e i sottobiettivi 4a e 7a elencati nel 7° PAA. Ogni capitolo presenta un’introduzione e una selezione di indicatori dell’Annuario dei dati ambientali individuati sulla base dei corrispondenti dell’Agenzia europea per monitorare adeguatamente il conseguimento dell’obiettivo. In particolare, i primi tre obiettivi sono rivolti a: proteggere, conservare e migliorare il capitale naturale; trasformare l’Italia in un’economia a basse emissioni di carbonio, efficiente nell’impiego delle risorse, verde e competitiva; proteggere i cittadini italiani da pressioni legate all’ambiente e da rischi per la salute e il benessere. I sottobiettivi 4a e 7a sono relativi al pubblico accesso all’informazione e al miglioramento dell’integrazione ambientale.

Per avere una sintesi di alcuni dati ambientali di particolare rilievo è stato realizzato il volumetto più breve Ricapitolando… l’ambiente. Contiene un quadro sinottico degli indicatori dell’Annuario ritenuti più significativi nel descrivere i temi trattati (biodiversità, clima, inquinamento atmosferico, qualità delle acque interne, mare e ambiente costiero, suolo, rifiuti, agenti fisici, pericolosità naturale, agenti chimici, indice pollinico allergenico, valutazioni, autorizzazioni e certificazioni ambientali, conoscenza ambientale). Allegate anche alcune info-grafiche e una sintesi del confronto con i dati europei.

Lo strumento per la consultazione telematica delle schede indicatore e la realizzazione di report è la Piattaforma Indicatori. Consente di pubblicare, gestire e organizzare i contenuti relativi alle diverse edizioni dell’Annuario e di realizzare versioni di sintesi personalizzate e organizzate in funzione delle esigenze conoscitive dei singoli utenti.

Dal portale dell’Annuario è possibile accedere a una versione multimediale che illustra sinteticamente alcune tematiche ambientali ritenute prioritarie per il target di riferimento.

In ultimo, disponibile a breve il giornalino a fumetti dal titolo L’indagine dell’Ispettore SPRA, tratta con periodicità annuale un solo tema ambientale con l’obiettivo di divulgare le informazioni e i dati dell’Annuario a un pubblico giovane di non esperti. Per l’edizione 2016 è stata scelta la tematica “acque” (Occhio all’acqua!).

A cura di Mariaconcetta Giunta e Giovanni Finocchiaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.