Qualità dell´aria in Emilia-Romagna, prima domenica ecologica straordinaria il 18 dicembre

Anche in Emilia-Romagna permane una situazione che favorisce alti valori di PM10. Registrati valori sopra la norma per più di 7 giorni consecutivi nelle province di Piacenza, Modena, Rimini. Scattano le misure emergenziali previste dal Piano aria integrato regionale: prima domenica ecologica straordinaria il 18 dicembre.

Per la prima volta nella stagione 2016-2017, i valori di PM10 in Emilia-Romagna hanno superato il valore limite di 50 μg/mper almeno sette giorni consecutivi nelle province di Piacenza, Modena e Rimini. Scattano quindi le misure emergenziali previste dal PAIR2020 (Piano aria integrato regionale).

Dall’inizio del mese di dicembre, la qualità dell’aria è stata mediocre in tutta la pianura Padana. La situazione è favorita dalle condizioni meteorologiche, che vedono la presenza di un campo di alta pressione sull’Europa centrale, tipico dei mesi invernali: sul Nord Italia i venti sono calmi e sono presenti forti inversioni termiche (l’aria più calda in quota impedisce la dispersione degli inquinanti, mantenendoli vicino al suolo) e nebbie che persistono anche nelle ore diurne. 

In Emilia-Romagna le concentrazioni di PM10 sono inferiori rispetto alle regioni situate a nord del Po, ma comunque assestate da più di una settimana su valori medio-alti. Pertanto nei Comuni tenuti all’attuazione delle misure emergenziali del PAIR2020, sarà prevista una domenica ecologica straordinaria. Le limitazioni che valgono dal lunedì al venerdì per i mezzi più inquinanti verranno estese anche alla giornata di domenica 18 dicembre dalle 8,30 alle 18,30. Per i dettagli delle misure emergenziali, si possono verificare i provvedimenti dei singoli Comuni sul sito www.liberiamolaria.it.

Cosa prevede il PAIR2020

Dal 1 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 sono attivi i provvedimenti e le limitazioni alla circolazione previste dal Piano aria integrato regionale 2020. Le limitazioni si applicano nei Comuni capoluogo, nei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti e nei Comuni appartenenti all’agglomerato di Bologna.

Il divieto di circolazione (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e nelle domeniche ecologiche), vale per:

  • veicoli a benzina fino all’Euro 1
  • diesel fino all’Euro 3
  • ciclomotori fino all’Euro 0

In caso di superamento prolungato del valore limite giornaliero di 50 µg/m3 di PM10 vengono applicate misure emergenziali:

  • se il limite viene superato nei 7 giorni precedenti il giorno di controllo, le limitazioni al traffico adottate dal lunedì al venerdì valgono anche la domenica successiva
  • se il limite viene superato per 14 giorni precedenti in qualsiasi provincia della regione, si applicano ulteriori misure (su tutta la regione): la domenica ecologica straordinaria, l’abbassamento del riscaldamento, lo stop all’uso del camino aperto,  il potenziamento dei controlli sulla circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.