@SNPAmbiente, un punto di riferimento sui social per l’#ambiente

Anche la comunicazione fa sistema. È questo l’obiettivo che i comunicatori delle Agenzie si sono dati ancor prima dell’approvazione della legge del 28 giugno 2016 n. 132. Un percorso condiviso che è ben più della somma delle esperienze individuali, delle riunioni, delle decisioni prese in questi mesi di lavoro. Un percorso che ha visto una tappa importante nell’apertura del canale Twitter @SNPAmbiente a marzo dello scorso anno.

Essere sui social oggi è indispensabile, innanzitutto perché bisogna essere dove c’è il cittadino, e poi perché la comunicazione deve saper cogliere le opportunità che i nuovi canali offrono. McLuhan, uno dei padri della comunicazione, già nel 1964 diceva che il mezzo è anche il messaggio. E se vogliamo far arrivare i messaggi dobbiamo usare i mezzi a disposizione senza subirli, ma essere presenti come fonti attendibili e autorevoli dell’informazione ambientale.

Il nome del canale Twitter è stata la prima scelta importante. Da un lato c’era la necessità di far conoscere l’acronimo Snpa, dall’altra far capire nell’immediatezza il tema portante dei nostri messaggi: l’Ambiente. Con la A maiuscola per l’importanza che esso ha, non solo per il nostro lavoro come Agenzie, che hanno nella tutela ambientale il primo obiettivo, ma per la vita stessa: nostra come cittadini e del Pianeta che ci ospita.

Quali contenuti inserire nel nuovo canale @SNPAmbiente? La maggior parte delle Arpa e Ispra hanno un loro canale su Twitter dove quotidianamente fanno confluire le attività, i dati, gli approfondimenti. Il canale del Sistema deve e vuole essere qualcosa di diverso, complementare a quelli delle singole realtà. I messaggi che vengono postati richiamano gli articoli della newsletter AmbienteInforma, gli eventi, le emergenze e le attività che hanno una rilevanza nazionale e tutto quanto riguarda l’Snpa come sistema e cooperazione di tutte le Agenzie.

Dietro a tutto questo c’è un gruppo di lavoro di sette comunicatori, di sette Agenzie diverse (Arpa e Ispra) che, forti delle esperienze fatte, dopo aver condiviso la formazione necessaria e la policy interna per porre le basi del nuovo canale, sono arrivati a una gestione condivisa, operando con turni settimanali per presidiare costantemente @SNPAmbiente. Una scelta a volte onerosa in termini lavorativi, ma che ha portato in un anno buoni risultati. Primo tra tutti far arrivare l’hashtag #rapportoambiente tra quelli di tendenza il 20 marzo scorso, giorno della presentazione del primo Rapporto Ambiente dell’Snpa.

Qualche numero da marzo 2017 a marzo 2018

Panoramica
Visualizzazioni mensili

 

Tweet più visti:

  1. 20/03/2018 – Volumi del Rapporto ambiente visibili su ISSUU
    15.400 visualizzazioni, 60 like, 62 RT, 87 click sul link
  2. 15/05/2017 – AmbienteInforma dedicato alle emergenze ambientali
    9.900 visualizzazioni, 25 like, 33 RT, 51 click sul link
  3. 02/03/2017 – Inizio attività per il canale twitter Snpa
    9.100 visualizzazioni, 34 like, 44 RT, (non c’era link su cui cliccare)

Il percorso è ancora lungo. Arrivare a far conoscere Snpa a tutti i cittadini, e non solo a chi collabora con il Sistema, è un traguardo ambizioso e importante. Arrivare a far diventare il canale twitter Snpa una delle fonti più autorevoli per l’ambiente è fondamentale per far sì che chiunque, dai cittadini ai media, voglia conoscere i dati aggiornati su aria, acqua, suolo e tutte le componenti trovi nel Sistema le prime scelte delle ricerche ambientali perché credibili nei contenuti e tempestive nella disponibilità delle informazioni.

2 commenti su “@SNPAmbiente, un punto di riferimento sui social per l’#ambiente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.