In Liguria 92% di acque eccellenti

A poche settimane dall’avvio ufficiale della stagione balneare 2017, con il preludio rappresentato dai campionamenti delle acque effettuati da Arpal già nel mese di aprile, è opportuno ricordare come è andata la stagione balneare del mar Ligure nel 2016, che ha chiuso con il 92% di acque eccellenti.

Continua a leggere In Liguria 92% di acque eccellenti

Il monitoraggio delle acque di balneazione in Puglia: i dati sul sito di Arpa

Arpa Puglia nel periodo fra aprile e settembre di ogni anno effettua campionamenti e analisi con frequenza almeno mensile per verificare l’idoneità alla balneazione in 676 aree presenti sul territorio regionale.

Continua a leggere Il monitoraggio delle acque di balneazione in Puglia: i dati sul sito di Arpa

Il punto sul risanamento delle acque costiere in Campania

La qualità delle acque di balneazione in Campania è in «lieve, ma costante miglioramento» negli ultimi anni. In estrema sintesi, è quanto emerge dalle delibere di Giunta regionale che classificano le acque balneari campane secondo le quattro classi di qualità previste dalla normativa (eccellente, buona, sufficiente, scarsa).

Continua a leggere Il punto sul risanamento delle acque costiere in Campania

Come è andata la stagione balneare in Toscana nel 2016

Il 96% della costa balneabile classificata “eccellente”. Solo 15 km di costa su 600 interessati nel 2016 da episodi di “fuori norma” Anche il numero delle aree interessate da contaminazione è stato inferiore agli anni precedenti: dalle 35 aree di balneazione (60 km di costa) del 2015 si passa alla metà (17 aree) nel 2016, relative a poco più di 15 km di costa. Leggi il resto >

 

Balneazione, in Sardegna idonee il 98% delle acque

Nella stagione balneare i Laboratori dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ha analizzano le acque di balneazione della Sardegna. Nella stagione 2016 hanno analizzato 4.162 campioni routinari e 23 campioni suppletivi, dovuti al riscontro di superamenti rispetto ai limiti per eventi di inquinamento. Il 98,2 % delle acque di balneazione è risultato idoneo e conforme agli obiettivi della direttiva di settore 2006/7/CE (acque classificate eccellenti, buone o sufficienti). Leggi il resto >

Aumentano le acque di balneazione “eccellenti” in Campania

Come ogni anno, alla fine del 2016 è stata approvata la delibera di Giunta regionale che attribuisce le classi di qualità alle acque di balneazione della Campania. Sono 330 le acque adibite all’uso balneare in cui è suddivisa la costa della regione: la percentuale risultata di qualità eccellente è pari all’86%, una percentuale in costante crescita negli ultimi anni. A partire dal prossimo primo aprile, così come prevede la normativa, Arpa Campania sarà di nuovo impegnata nelle operazioni dei campionamenti a mare e nella valutazione, verifica e trasmissione dei dati ottenuti. Leggi il resto>

Risultati della stagione balneare 2016 nel Lazio

arpa-lazio

Acque di balneazione marine e lacustri nella Regione Lazio, si è chiusa la stagione balenare 2016; online sul sito ARPA Lazio i dati dei campionamenti effettuati a settembre, organizzati per province e comuni. Vai al sito >

Continua a leggere Risultati della stagione balneare 2016 nel Lazio

8.000 km di costa italiana monitorata dalle Agenzie ambientali

coste

Da Ventimiglia in Liguria a Muggia in Friuli Venezia Giulia, sono circa 8.000 i km di costa italiana, spalmati su 15 regioni costiere; la superficie di mare antistante, molta di più. Le Agenzie per la protezione dell’ambiente, da aprile a settembre, effettuano almeno 4.866 campionamenti mensili per controllare la qualità delle acque di balneazione che, sulla base dei risultati analitici dei quattro anni precedenti, risultano buone o eccellenti nel 95% dei casi (report 2015 “Italian bathing water quality”). Continua a leggere 8.000 km di costa italiana monitorata dalle Agenzie ambientali

Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

volantino Ostreopsis

Le principali informazioni sulla cosiddetta “alga killer”, particolarmente temuta durante la stagione balneare, sono state riassunte in un dépliant informativo realizzato, tra gli altri, da Ispra e Arpa Liguria. Le zone marittime francesi della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, del Principato di Monaco e della Regione Liguria sono state particolarmente toccate dal fenomeno della presenza dell’alga negli ultimi dieci anni.

Continua a leggere Ostreopsis ovata: dove, come e quando. Tutte le informazioni in un opuscolo

I dati delle Agenzie ambientali sulla qualità delle acque di balneazione

mare

Tutte le Agenzie ambientali che insistono sulle coste italiane hanno fra i propri compiti quello di monitorare la qualità delle acque di balneazione nel periodo della stagione balneare (da maggio a settembre). La normativa che regola la materia deriva da una direttiva europea, per cui in tutti i Paesi europei vengono controllati i medesimi parametri microbiologici (enterococchi intestinali ed Escherichia coli), con gli stessi limiti, superati i quali è obbligatorio il divieto di balneazione. Le Agenzie mettono a disposizione i risultati dei loro controlli sui siti Web, di seguito proponiamo i link alle pagine dedicate delle diverse Agenzie ambientali, che utilizzano modalità di presentazione delle informazioni abbastanza eterogenee.

Continua a leggere I dati delle Agenzie ambientali sulla qualità delle acque di balneazione

Marche, attivo il controllo della balneazione

marche_balneazione

Il servizio di monitoraggio delle acque di balneazione è assicurato da Arpa Marche. Sul sito dell’Agenzia i dati e le informazioni sullo stato di qualità delle acque nel giorno del campionamento; in caso di eventuali non conformità, il sindaco dispone il divieto di balneazione attraverso un’Ordinanza ad hoc.

Leggi il resto >

Laghi balneabili in Alto Adige, garantita la qualità dell’acqua

AppaBZ-Lago-Fie-180x180

Con l’arrivo della bella stagione e del caldo, i laghi balneabili altoatesini tornano ad essere tra le mete più gettonate di residenti e turisti. La qualità dell’acqua degli otto laghi balneabili è garantita da controlli e interventi del Laboratorio biologico dell’Appa Bolzano.

Link ai dati sulla balneazione >

Quarant’anni di investimenti hanno migliorato le acque di balneazione in Europa

eea

Gli sforzi dell’Unione europea per garantire acque di balneazione pulite e salubri hanno avuto inizio quarant’anni fa, con l’adozione della prima direttiva sulle acque di balneazione.
La relazione annuale sulle acque di balneazione dell’Agenzia europea dell’a mbiente (AEA) e della Commissione europea valuta la qualità delle acque di balneazione nel 2015 e indica dove si presume che sarà buona nel 2016.

Link alla relazione >