Il monitoraggio degli spiaggiamenti di cetacei e tartarughe in Toscana nel 2017

I trend storici dei dati dei recuperi toscani di cetacei e tartarughe mostrano un incremento negli ultimi anni. Questo fatto non è da attribuire ad un reale aumento della mortalità di questi animali, ma piuttosto ad una maggiore efficienza della rete regionale di recupero, che opera sempre più come sistema integrato e coordinato grazie alla realizzazione dell’Osservatorio Toscano Biodiversità della Regione Toscana.

Continua a leggere Il monitoraggio degli spiaggiamenti di cetacei e tartarughe in Toscana nel 2017

Ambiente marino, Arta e Centro Studi Cetacei insieme per la tutela

Arta Abruzzo e il Centro Studi Cetacei hanno sottoscritto una convenzione per collaborare nelle attività di studio e tutela dell’ambiente marino e dei mammiferi e rettili marini.

 

Continua a leggere Ambiente marino, Arta e Centro Studi Cetacei insieme per la tutela

Un libro bianco sull’inquinamento acustico sottomarino

Nel documento, proposto da numerosi enti di ricerca, organizzazioni ed associazioni, fra cui alcune Arpa, è affermata la necessità di un coinvolgimento del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa), nel monitoraggio del rumore antropico nei mari italiani.

Continua a leggere Un libro bianco sull’inquinamento acustico sottomarino

Emas nelle PA: la certificazione ambientale come strumento per la gestione del territorio

emas

Aderire al marchio per le PA non vuol dire solo migliorare l’efficienza del proprio edificio, ma va ben oltre dimostrandosi un vero e proprio strumento di gestione del territorio. Enti locali e istituzioni, infatti, non possono fare a meno di confrontarsi con le criticità e opportunità, ambientali del proprio territorio. Diverse le esperienze illustrate a Roma durante il workshop dedicato alla ricerca di un nuovo dialogo tra pubblico e privato.

Leggi il resto >

Tecnici dell’Arpa Campania avvistano un cetaceo nel Golfo di Napoli

avvistamento_balenottera

I tecnici Arpac impegnati nel monitoraggio marino hanno avvistato a inizio maggio una balenottera nel Golfo di Napoli, a circa dieci miglia dalla costa. Non è la prima volta che vengono fotografati cetacei al largo delle coste campane, tuttavia si tratta di un avvenimento non comune, considerato indicatore di una buona salute del mare.

Leggi il resto >