I rifiuti speciali in Europa e in Italia

I dati sulla produzione e destinazione dei rifiuti speciali mostrano uno scenario con molte differenze tra i diversi stati in Europa. La promozione dell’economia circolare pone obiettivi di recupero solo per alcune frazioni. Occorre una definizione migliore per sottoprodotti e materiali end of waste.

Continua a leggere I rifiuti speciali in Europa e in Italia

Appalti verdi, una spinta all’ecoinnovazione

Gli acquisti verdi della pubblica amministrazione possono essere un importante motore per l’economia circolare. Un passo fondamentale in Italia è stato compiuto rendendo obbligatoria l’adozione dei criteri ambientali minimi. Altre misure si dovranno affiancare per accorciare le filiere.

Continua a leggere Appalti verdi, una spinta all’ecoinnovazione

Oltre gli schemi lineari dell’economia

Due potenti spinte sono destinate a modificare le strategie nazionali, organizzazioni industriali e modelli comportamentali: la lotta ai cambiamenti climatici e l’abbandono degli schemi lineari dell’economia. L’editoriale di Gianni Silvestrini per la rivista Ecoscienza dedicata all’economia circolare.

Continua a leggere Oltre gli schemi lineari dell’economia

Più efficienza e zero sprechi con la simbiosi industriale

Uno sguardo ai recenti indirizzi normativi e regolatori per l’adozione di politiche di simbiosi industriale: dai documenti europei a quelli del G7, negli anni cresce la promozione di strategie di produzione capaci di trasformare le risorse sprecate da un settore in materia prima utile per un altro.

Continua a leggere Più efficienza e zero sprechi con la simbiosi industriale

La valorizzazione dei rifiuti industriali inorganici

Declassare la pericolosità di un rifiuto attraverso l’inertizzazione produce risparmio e trasformarlo in una materia prima promuove guadagno; ciò consente di transitare correttamente a un sistema che si autogenera, passando dal modello di crescita lineare a quello di crescita circolare.

Continua a leggere La valorizzazione dei rifiuti industriali inorganici

Un tesoro in attesa di essere scoperto

La trasformazione dell’economia, da lineare a circolare, permetterà di recuperare immensi capitali che oggi diventano rifiuti. Il nuovo modello potrebbe avere un impatto positivo su Pil e occupazione e l’Italia può ambire a un ruolo da leader.

Continua a leggere Un tesoro in attesa di essere scoperto

L’economia circolare per una crescita di qualità

L’economia circolare è un modello economico e culturale finalizzato a creare crescita e occupazione qualificata, oltre che a tutelare le risorse naturali. Il rilancio del sistema industriale passa dallo sviluppo di strategie efficaci di innovazione dei processi e dei prodotti.

Continua a leggere L’economia circolare per una crescita di qualità

L’evoluzione del controllo ambientale sui rifiuti

L’attività delle agenzie ambientali, con l’applicazione dei principi dell’economia circolare, sarebbe interessata da una forte evoluzione. Con l’aumento dei sottoprodotti e degli impianti di recupero, sarà necessario un maggiore coordinamento tra gli organi di controllo. Leggi l’articolo di Angelo Robotto (Arpa Piemonte) in Ecoscienza 2/2017 (anche in inglese).

La circolarità e le sfide per le agenzie ambientali

Il passaggio a un’economia più circolare presuppone non solo l’impegno del mondo produttivo, ma anche una revisione generale delle strategie di controllo e vigilanza. L’attenzione dovrà essere posta sull’intero processo di produzione, con una necessaria collaborazione costruttiva tra pubblico e privato.

Continua a leggere La circolarità e le sfide per le agenzie ambientali

Eventi – A Bologna il 7 giugno il Primo Forum nazionale sull’economia circolare

Il primo Primo Forum nazionale sull’economia circolare è uno degli eventi che accompagna il G7 Ambiente (11/12 giugno 2017) che si svolge a Bologna. tema del Forum “Ambiente, economia e territori. Fare rete al tempo dell’economia circolare

Continua a leggere Eventi – A Bologna il 7 giugno il Primo Forum nazionale sull’economia circolare

ECOSCIENZA – L’economia circolare è il nostro futuro

È  online il nuovo numero di Ecoscienza; al centro l’evoluzione delle politiche e delle azioni verso l’economia circolare. Gli altri argomenti: l’educazione alla sostenibilità e le strategie educative collegate alle politiche non solo ambientali, la relazione della Commissione ecomafie e l’applicazione della legge ecoreati. Leggi il resto >

“Chi li ha visti?” per recuperare i rifiuti fino all’ultimo grammo

er_chilihavisti

Cosa accade ai rifiuti dopo la raccolta differenziata? Vengono recuperati? E cosa diventano? Per rispondere a questi interrogativi la Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione di Arpae, ha realizzato la campagna Chi li ha visti? Indagine sulla nuova vita dei rifiuti che ricostruisce e divulga il percorso dei rifiuti differenziati, dal momento della raccolta agli impianti di recupero. Continua a leggere “Chi li ha visti?” per recuperare i rifiuti fino all’ultimo grammo

“Dematerializzazione” nella PA: l’impegno dell’Arpa Campania

workflow180x120

“Dematerializzare” significa abbandonare progressivamente la carta all’interno della Pubblica amministrazione, puntando sulla gestione informatizzata dei documenti. In Arpa Campania il Servizio sistemi informativi ha gestito il percorso per adeguare l’Agenzia alla normativa in materia. Evidenti le ricadute positive. Leggi il resto >

Sostenibilità ambientale: l’economia circolare è un orizzonte sempre più vicino

economia-circolare

L’inizio del 2016 ha portato con sé una serie di novità di assoluto rilievo per la sostenibilità ambientale in Italia. La pubblicazione del Piano d’azione europeo per l’economia circolare (COM 2015/614) aveva definito il quadro entro cui operare per chiudere i flussi di materia ed energia, lavorando su tutte le fasi del ciclo di vita dei prodotti per non disperdere risorse e sulla produzione di energia per ridurre gli sprechi e promuovere le fonti rinnovabili. A livello nazionale il Legislatore è andato molto oltre, introducendo innovazioni di sistema capaci di imprimere una forte accelerazione alle dinamiche che rendono la nostra economia sempre più circolare.  Parte delle novità sono il frutto di anni di lavoro, come la Legge 221/2015 (cd. Collegato Ambientale) a cui ARPA Lombardia ha avuto modo di contribuire in qualità di partner del progetto europeo LIFE+ BRAVEContinua a leggere Sostenibilità ambientale: l’economia circolare è un orizzonte sempre più vicino

Revet: l’economia circolare da trent’anni abita in Toscana

revet

Revet ha fatto dell’economia circolare un elemento portante della sua attività, nonostante i dati sulla raccolta differenziata in Toscana non sia tra le prime in Italia. Da un trentennio ormai, questa realtà produttiva fa economia circolare nel territorio, raccogliendo, selezionando e avviando al riciclo cinque materiali (plastiche, alluminio, acciaio, vetro, cartoni poliaccoppiati per alimenti, come il Tetrapak) derivanti dalle raccolte differenziate toscane e dalle attività industriali e manifatturiere. Revet recycling, invece, ottiene dalle plastiche un granulo con caratteristiche tecniche simili ai polimeri vergini, ma costo più basso. Il granulo, per le sue caratteristiche, può essere trasformato in nuovi prodotti utilizzati dall’industria dei moto-veicoli, o in materiali per la casa e molto altro. Leggi il resto >