Veneto: censimento dei rifiuti spiaggiati e ricerca delle microplastiche in mare

L’ attuazione della Marine Strategy da parte di Arpa Veneto, con le nuove tipologie di indagine. Il censimento dei rifiuti spiaggiati interessa spiagge rappresentative di area urbanizzata (Chioggia-Sottomarina), area portuale (Cavallino Treporti), area remota (Caorle-Brussa) e area fluviale (Porto Tolle-Barricata).

Continua a leggere Veneto: censimento dei rifiuti spiaggiati e ricerca delle microplastiche in mare

Descrittori, GES e traguardi ambientali per la strategia marina in Sicilia


La Struttura Area Mare di ARPA Sicilia con una equipe multidisciplinare costituita da biologi marini, geologi, chimici e naturalisti e da personale che garantisce la conduzione in conto proprio delle due imbarcazioni oceanografiche, Galatea e Teti, di proprietà dell’Agenzia ha effettuato, nell’ambito del programma di monitoraggio del mare in Sicilia (POA-Strategia Marina), tra l’altro, attività di campionamento, misure e prelievi in 10 diverse aree relative ai moduli 7, 8 e 9 (Habitat coralligeno, Habitat fondi a maërl e Habitat di fondo marino sottoposti a danno fisico). Leggi il resto >

Progetto “Mappatura Posidonia oceanica” in Calabria, incontro tecnico in Regione

Si è tenuto nella Cittadella regionale di Catanzaro, un incontro tecnico presieduto dall’assessore all’Ambiente della Regione Calabria, Antonella Rizzo, sullo stato di avanzamento dei lavori del progetto Mappatura multiscala in “siti pilota” di praterie di Posidonia oceanica e Cymodocea nodosa, denominato MUSMAP, che la stessa Regione ha affidato per la realizzazione all’Arpacal.

Continua a leggere Progetto “Mappatura Posidonia oceanica” in Calabria, incontro tecnico in Regione

Protocollo d’intesa fra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine

Sottoscritta la proroga e implementazione dell’Atto aggiuntivo al protocollo d’intesa operativo tra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine.

Continua a leggere Protocollo d’intesa fra Arpa Puglia e Guardia di Finanza per il monitoraggio delle acque marine

Annuario 2016 – Mare e coste, il 90% delle acque di balneazione è classificato come eccellente

mare

Negli ultimi decenni i litorali italiani presentano significative evoluzioni geomorfologiche, sia per i processi naturali sia per l’intervento dell’uomo: dal 1950 al 1999, il 46% delle coste basse ha subìto modifiche superiori a 25 metri; nel periodo compreso tra il 2000 e il 2007, il 37% dei litorali ha subìto variazioni superiori a 5 metri e i tratti di costa in erosione (895 km) sono ancora superiori a quelli in progradazione (849 km). Continua a leggere Annuario 2016 – Mare e coste, il 90% delle acque di balneazione è classificato come eccellente

Da Genova il Patto per il mare

firma

Come integrare e valorizzare tutte le attività svolte nel corso degli anni sul mare? Come conoscere meglio le risorse e le competenze su cui poter contare? Come presentarsi in maniera compatta per affrontare le sfide e i progetti sul mare? Aderendo al Patto firmato a Genova…

Continua a leggere Da Genova il Patto per il mare

I laboratori Ispra di Roma: Meccanica delle terre delle rocce, Metrologia ambientale, Biologia marina

compressione-semplice_suolo_small

Riferimento dell’Istituto per le analisi e le misure in campo ambientale, i laboratori Ispra di Castel Romano effettuano attività di ricerca e sperimentazione per la tutela delle acque, la difesa dell’ambiente atmosferico, del suolo, del sottosuolo, della biodiversità e della fauna. Inoltre, integrano competenze di tipo fisico, chimico, biologico, geologico e ingegneristico.

Continua a leggere I laboratori Ispra di Roma: Meccanica delle terre delle rocce, Metrologia ambientale, Biologia marina

ROV: il veicolo subacqueo per il rilevamento dei fondali e degli organismi marini

rov

ROV, remotely operated vehicle. È questo il nome del veicolo subacqueo che permette di indagare i fondali e le acque dell’ecosistema marino. La caratteristica che lo contraddistingue da altri strumenti di ispezione subacquea è la capacità di essere letteralmente pilotato da remoto. In questo articolo potrete scoprire anche altre particolarità tecniche del ROV e come Arpa Friuli Venezia Giulia lo usa per le attività richieste dalla Strategia marina. Leggi il resto >

EVENTI – Microplastiche in mare: due iniziative al Festival della Scienza a Genova

m_festival-della-scienza

Nel vasto programma del Festival della Scienza, che anima la città di Genova dal 27 ottobre al 6 novembre, Arpa Liguria parteciperà a due appuntamenti in cui si parlerà del grave problema delle microplastiche presenti nei nostri mari. Vai agli eventi >

Microplastiche in mare: una forma di inquinamento poco conosciuta

campione_microplast_300x200

A fine settembre i tecnici dell’Unità operativa Mare dell’Arpa Campania hanno prelevato campioni di microplastiche nel Golfo di Napoli. Il campionamento delle microplastiche viene effettuato con una rete tipo “manta” costruita appositamente per navigare in superficie e campionare quindi entro lo strato della colonna d’acqua interessato dal rimescolamento causato dal moto ondoso. Queste attività rientrano tra quelle previste per l’attuazione della direttiva europea Marine StrategyLeggi il resto

 

Immagini dagli abissi del Mediterraneo: un nuovo documentario dell’Ispra

 

colori-profondi-del-mediterraneo_small

Tutto nacque quasi per caso una decina di anni fa, a partire da un progetto sulla biodiversità marina avviato da alcuni biologi dell’Ispra e dell’Arpa Calabria. Ci si rese conto che si sapeva ancora poco di quello che vive al di sotto dei 40-60 metri di profondità del mare, quota che solitamente riescono a raggiungere gli esploratori subacquei. I pescatori parlavano di specie bellissime da osservare e habitat inesplorati da scoprire. Continua a leggere Immagini dagli abissi del Mediterraneo: un nuovo documentario dell’Ispra

Una scheda informativa sulla biodiversità

biodiversita

La scheda informativa recentemente pubblicata da Arpa Toscana, si apre  informazioni su cosa è la biodiversità, la sua importanza, le cause della progressiva perdita di questo bene prezioso e insostituibile. La seconda parte della scheda è dedicata alla biodiversità marina e all’impegno dell’Agenzia in questo campo, con un occhio particolare riservato agli “oggetti” del monitoraggio dell’Agenzia: tartarughe marine, pesci cartilaginei, cetacei, macroinvertebrati bentonici, macroalghe, posidonia, coralligeno, fitoplancton e zooplancton.
Vai alla scheda >  Vedi la scheda sfogliabile>

Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

cetacei

Arpa Toscana, fin dalla sua istituzione nel 1996, si occupa di valutare la biodiversità marina e suggerire alla sua Regione gli strumenti opportuni per favorirne la sua conservazione. In questo articolo di fa un quadro riassuntivo delle principali attività svolte in questo campo da parte dell’Agenzia. Continua a leggere Il monitoraggio della biodiversità marina in Toscana

In alto Adriatico eccezionale sciamatura di organismi gelatinosi simili a meduse

ER_ctenofori_mare_300

Sembrano bolle gelatinose, sono innocue all’uomo, ma possono creare problemi all’ecosistema marino e alla pesca. In questi giorni si sono avvistati lungo le coste dell’Emilia-Romagna, ma l’area marina interessata in questo momento si estende dall’Istria fino a alle coste romagnole, interessando anche Friuli Venezia Giulia e Veneto. Leggi il comunicato di Arpae Emilia-Romagna

VIDEO – Microplastiche in mare, il controllo in Emilia-Romagna

ER_microplastiche_300

Il tema delle microplastiche in mare e della presenza crescente in mare e sulla costa di materiali e rifiuti prodotti dall’uomo, rientra tra le attività di monitoraggio effettuate di Arpae Emilia-Romagna.
Questo tema è affrontato in collaborazione con partner italiani e transfrontalieri nell’ambito del progetto DeFishGear, attualmente in fase di conclusione, finanziato dalla Comunità europea sul programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico (altre info qui)
Il documentario Microplastiche nei mari e nei mitili. Campionamento e analisi, realizzato nell’ambito del progetto, racconta l’attività di Arpae Daphne sul tema dei rifiuti marini. Vai al video