In piena estate… fa caldo!

Sembra un’ovvietà, ma a giudicare dal clamore e dai titoli che si leggono in rete o sui giornali, giova ricordarlo. Fra fine luglio e inizio agosto, in Italia, la colonnina di mercurio – o la sua evoluzione digitale – può raggiungere facilmente i 30\35 gradi, con alcune zone che si avvicinano e superano la soglia psicologica dei 40°C.

Continua a leggere In piena estate… fa caldo!

Dove va la meteorologia italiana

Con l’istituzione dell’agenzia ItaliaMeteo, prevista dalla legge di bilancio 2017, l’Italia per la prima volta avrà un coordinamento nazionale per la meteorologia civile, che cambierà il panorama delle previsioni e dei tanti servizi a esse legati. Il servizio in Ecoscienza 1/2018 offre un primo contributo di riflessione sulla situazione attuale e le prospettive.

Continua a leggere Dove va la meteorologia italiana

Finalmente un sistema nazionale per meteo e clima

Dei tredici esperti componenti del Comitato di indirizzo previsti nel decreto successivo alla legge di istituzione dell’agenzia ItaliaMeteo, tra i rappresentanti regionali designati, quattro sono in forza nelle Arpa, ai quali si aggiungono due rappresentanti dell’Ispra. Si tratta di un importante riconoscimento del ruolo del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Snpa) nel quadro che va delineando il primo servizio meteorologico e climatologico nazionale civile. L’editoriale in Ecoscienza 1/2018.

Continua a leggere Finalmente un sistema nazionale per meteo e clima

La collaborazione europea per previsioni più precise, intervista a Florence Rabier

Quali saranno i nuovi scenari possibili per la scienza meteorologica europea, anche alla luce del trasferimento del data centre europeo a Bologna? Quali saranno le relazioni con la nascente agenzia ItaliaMeteo? Florence Rabier, direttrice generale del centro europeo Ecmwf, risponde su Ecoscienza 1/2018 nel servizio dedicato alle prospettive della meteorologia italiana. Continua >

 

Una meteorologia operativa all’altezza delle sfide

La nascita dell’agenzia ItaliaMeteo costituisce la grande occasione di mettere 
a sistema ambiti finora distinti all’interno di un unico contesto organizzativo autorevole e innovativo. Sarà centrale la funzione di coordinamento dei servizi regionali, che continueranno a concorrere al sistema. L’articolo in Ecoscienza 1/2018.

Continua a leggere Una meteorologia operativa all’altezza delle sfide

Dove va la meteorologia italiana, online Ecoscienza 1/2018

Da ItaliaMeteo al Centro meteo europeo, il futuro dei servizi meteo e clima in Italia, amianto eterno problema, tossicologia e dose soglia, educazione alla sostenibilità e comunicazione, riscaldamento a biomasse e certificazione sono gli argomenti trattati nel nuovo numero della rivista di Arpae. Continua >

 

Agenzia ItaliaMeteo, nuova nomina Snpa nel Comitato di indirizzo

Alla designazione di quattro esperti regionali provenienti dalle Arpa, si aggiunge la nomina di Alessandro Bratti, Dg Ispra, e di Franco Desiato (Ispra) tra i membri del Comitato nazionale d’indirizzo per la meteorologia e la climatologia.

 

L’aver puntato, da parte dell’Italia, su un progetto significativo come quello della costituzione di Italia Meteo, un centro nazionale sulla meteorologia – ha sottolineato Bratti – è il segnale inequivocabile che occorre operare in sinergia tra Istituzioni di ricerca e di servizio pubblico per raccogliere la sfida del futuro“.

La nomina del direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti e di Franco Desiato, esperto di climatologia dell’Istituto e coordinatore del Tavolo nazionale per i Servizi di climatologia operativa, segue quella di sei rappresentanti regionali all’interno del Comitato. Quattro degli esperti designati provengono dalle Arpa regionali.

Per altre info, vedi il sito dell’Ispra

 

 

Inaugurata la nuova sede dell’Osservatorio meteo regionale FVG

Inaugurata l’8 marzo a Jalmicco di Palmanova (UD), la nuova sede dell’Osservatorio meteorologico regionale e gestione dei rischi naturali (Osmer) di Arpa FVG. La collocazione, all’interno del compendio della Protezione civile regionale, rispecchia la scelta di riunire in un’unica struttura il maggior numero di servizi di allertamento e protezione della popolazione. Continua >

EVENTI – Giornata mondiale della meteorologia il 23 marzo

Quest’anno il tema della Giornata mondiale sarà “Weather-ready, climate-smart” per evidenziare come la meteorologia è essenziale per affrontare il cambiamento del clima globale. L’evento nazionale di punta si svolge a Roma.

Continua a leggere EVENTI – Giornata mondiale della meteorologia il 23 marzo

EVENTI – Arpa Veneto alla Fieragricola 2018 a Verona

La gestione efficace delle pratiche agronomiche utilizza le previsioni meteorologiche per individuare modalità e tempi per gli interventi a sostegno dell’attività agricola. In Veneto queste informazioni vengono diffuse dal Servizio Meteorologico di Arpav. Continua

Sarà a Bologna l’Agenzia nazionale per la meteorologia e climatologia

La realizzazione a Bologna di un’unica Agenzia nazionale per la meteorologia e climatologia è inserita nel disegno di legge di Bilancio 2018 che ora inizia l’iter di approvazione in Parlamento. La nuova Agenzia si chiamerà ItaliaMeteo e sorgerà al Tecnopolo, nella stessa sede del Data center europeo.

Continua a leggere Sarà a Bologna l’Agenzia nazionale per la meteorologia e climatologia

Uragano o tempesta extratropicale? In ogni caso è allerta rossa!

La comunicazione del rischio richiede un proprio linguaggio. L’uso del codice colore si dimostra la soluzione più efficace: il Servizio meteorologico della Lombardia ne parla a proposito dell’uragano Ophelia.

Continua a leggere Uragano o tempesta extratropicale? In ogni caso è allerta rossa!

Modellistica meteorologica e della Qualità dell’Aria in Arpa Friuli Venezia Giulia

previsioni qa fvgCome in alcune altre Agenzie, presso il Centro regionale di modellistica ambientale dell’Arpa FVG, è operativa una catena modellistica meteorologica e della qualità dell’aria che quotidianamente fornisce previsioni numeriche per i 5 giorni seguenti.

Continua a leggere Modellistica meteorologica e della Qualità dell’Aria in Arpa Friuli Venezia Giulia

Bologna ospiterà il Centro meteo europeo

Bologna è stata scelta per ospitare il Data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (Ecmwf); la decisione è stata presa oggi dal Council dell’Ecwmf, riunitosi a Reading, in Inghilterra, attuale sede del Centro. Da qui a giugno verranno definiti gli aspetti tecnici legati al cosiddetto ‘accordo di sede’, che ratificherà l’arrivo sotto le Due Torri della struttura. Leggi il resto >

L’impatto del cambiamento climatico sugli ecosistemi d’alta quota

Sebbene il ritiro dei ghiacciai e l’assenza di neve costituiscano la componente più visibile e nota degli impatti dei cambiamenti climatici sulle Alpi, questi ultimi, attraverso meccanismi più complessi e meno immediati, agiscono in maniera rilevante sugli ecosistemi.

Continua a leggere L’impatto del cambiamento climatico sugli ecosistemi d’alta quota