Earth Overshoot Day 2018: dal primo agosto sovrasfruttiamo il pianeta

Ieri, primo agosto, è stato l’Earth Overshoot Day, giorno dal quale l’uomo inizia a usare più risorse naturali di quanto il nostro pianeta possa rinnovare nel corso dell’anno. A calcolare la data della giornata è il Global Footprint Network, organizzazione internazionale di ricerca, secondo cui per soddisfare la domanda di risorse naturali occorrerebbero 1,7 Terre.

Continua a leggere Earth Overshoot Day 2018: dal primo agosto sovrasfruttiamo il pianeta

Micron – Infrastrutture verdi e Acqua: la tutela del territorio antropizzato

Walter Ganapini, direttore generale di Arpa Umbria, in un editoriale per la rivista Micron, partendo dal tema delle infrastrutture verdi, delinea una serie di priorità ambientali alle quali ancorare le prospettive di uno sviluppo nuovo del Paese.

Continua a leggere Micron – Infrastrutture verdi e Acqua: la tutela del territorio antropizzato

Micron – “Perché la crescita è lenta, ma la rovina è rapida”

Intervista a Ugo Bardi. Basta un solo giorno a disperdere e distruggere quello che è stato costruito a prezzo di dure fatiche col favore degli dèi, in una lunga serie di anni. Dire un giorno è dare una scadenza troppo lunga ai mali che ci incalzano: basta un’ora, anzi, un istante per distruggere un Impero. Sarebbe una consolazione per la nostra debolezza e per i nostri beni se tutto andasse in rovina con la stessa lentezza con cui si produce e, invece, l’incremento è graduale, la rovina precipitosa”…
Continua a leggere Micron – “Perché la crescita è lenta, ma la rovina è rapida”

Comunicazione e informazione Snpa: avanti verso l’integrazione

Rete Snpa ‘Comunicazione e informazione’Come sono andati i due appuntamenti che si sono svolti in Umbria il 17 e 18 maggio: il seminario con i comunicatori e i vertici Snpa e il corso per giornalisti in cui si è parlato d’ambiente e transizione verso un nuovo modello di sviluppo. Continua a leggere Comunicazione e informazione Snpa: avanti verso l’integrazione

Micron – Dieci consigli per salvare il Pianeta

La rivista di Arpa Umbria ha pubblicato il “decalogo” proposto dalla organizzazione no-profit EDF per cercare di limitare l’aumento della temperatura e l’inquinamento atmosferico. Sono 10 passi che ci possono aiutare a cambiare la traiettoria dell’impronta dell’uomo sulla Terra. Vai all’articolo >

EVENTI – Sostenibilità: a che punto siamo?

Il 31 maggio alle 15.00 si terrà a Padova l’incontro “Sostenibilità: a che punto siamo?” organizzato da Fondazione Lanza, Comune di Padova e rivista Ecoscienza di Arpae Emilia-Romagna, nell’ambito del Festival dello sviluppo sostenibile. A 30 anni dal Rapporto Brundtland sullo sviluppo sostenibile, una occasione di riflessione e un approfondimento sui limiti e le prospettive del paradigma della sostenibilità. Continua >

MICRON – I primi cinquant’anni del Club di Roma

Pietro Greco parla su Micron dei Cinquant’anni del Club di Roma. “Tutti avevano diritto – pensavano Peccei e gli altri – al lavoro, alla dignità, alla salute e a un ambiente salubre. Quanto al pianeta Terra, aveva il diritto almeno a essere rispettato.”
Vai all’articolo >

A 50 anni dal Club di Roma, intervista a Gianfranco Bologna

Gianfranco BolognaGianfranco Bologna, direttore scientifico Wwf Italia e segretario generale Fondazione Aurelio Peccei-Club di Roma Italia, risponde alle nostre domande sul Club, sullo sviluppo sostenibile e sulle aspettative rispetto al Snpa.

Continua a leggere A 50 anni dal Club di Roma, intervista a Gianfranco Bologna

Friuli Venezia Giulia, gli indicatori di sostenibilità nell’analisi ambientale EMAS del Distretto del mobile

Il Distretto del mobile del FVG ha scelto di utilizzare una nuova metodologia che sfrutta gli indicatori di sostenibilità, come ad esempio l’impronta ecologica, per identificare le azioni prioritarie finalizzate a diminuire l’impatto ambientale e per valutarne l’efficacia. Arpa FVG ha avuto un ruolo centrale nell’Analisi ambientale del distretto.

Continua a leggere Friuli Venezia Giulia, gli indicatori di sostenibilità nell’analisi ambientale EMAS del Distretto del mobile

Una crescita senza sviluppo

Un articolo di Pietro Greco su Micron affronta il tema dello sviluppo sostenibile a partire dal tema dei consumi di materia e di energia, come parametri che caratterizzano il rapporto tra l’economia dell’uomo e l’economia della natura. Leggi l’articolo >

L’economia ha assunto i principi della sostenibilità?

Il cammino dello sviluppo sostenibile non ha ancora un passo sufficiente per contrastare il degrado ambientale. Il ruolo delle economie mondiali è determinante. La transizione deve partire dal riconoscere i limiti del pianeta e contemplare gli orizzonti della green economy e dell’economia circolare. Toni Federico in Ecoscienza 5/2017.

Continua a leggere L’economia ha assunto i principi della sostenibilità?

La vittoria culturale della sostenibilità e l’urgenza di “cambiare rotta”

Rispettare i limiti del pianeta e invertire la rotta dei nostri modelli di crescita continua, materiale e quantitativa è una necessità. La pressione della società civile è indispensabile per superare il ritardo della politica. Alleanza per il clima, Wwf e Legambiente in Ecoscienza 5/2017.

Continua a leggere La vittoria culturale della sostenibilità e l’urgenza di “cambiare rotta”

L’Europa di fronte alla sfida di sostenibilità e resilienza

La sostenibilità è uno dei punti chiave delle politiche che l’Unione europea sta sviluppando e attuando. Gli obiettivi, afferma il commissario europeo all’ambiente Karmenu Vella, non sono ancora raggiunti, ma l’approccio e il modello adottati sono quelli giusti per affrontare le sfide economiche, sociali e ambientali. L’articolo in Ecoscienza 5/2017.

Continua a leggere L’Europa di fronte alla sfida di sostenibilità e resilienza

Una nuova centralità per l’etica ambientale

L’evoluzione del pensiero della sostenibilità ha portato le questioni ambientali al centro della riflessione etica sulle relazioni umane e tra l’umanità e la natura; data l’ampiezza dell’impatto umano sull’ambiente su scala globale, è sempre più evidente la connessione con le questioni sociali e di giustizia. Matteo Mascia in Ecoscienza 5/2017.

Continua a leggere Una nuova centralità per l’etica ambientale

I problemi crescono più velocemente delle soluzioni?

I fenomeni legati alla crisi ecologica in corso mostrano una realtà preoccupante di crescente distacco tra la dimensione dei problemi e le capacità di affrontarli. Sono urgenti una risposta globale e una governance condivisa, ma soluzioni eco-tecnocratiche imposte dall’alto sarebbero fallimentari. Karl-Ludwig Shibel in Ecoscienza 5/2017.

Continua a leggere I problemi crescono più velocemente delle soluzioni?